Creavano finte liti nei locali per andarsene evitando di pagare il conto

I soggetti identificati sono accusati di avere messo in piedi un vero e proprio "modus operandi" per evitare di pagare nei bar dove andavano. Si tratta di tre giovani di origine serba regolarmente residenti sul territorio italiano

Dopo aver bevuto un consistente quantitativo di alcolici Inscenavano finte liti tra di loro al momento di pagare il conto, simulando problemi alla carta di credito, in modo da costringere i gestori dei locali ad allontanarli e così poter tagliare la corda.

I Carabinieri di Udine hanno scoperto la cosa e hanno così deferito all'autorità giudiziaria tre cittadini di origine serba, pregiudicati, disoccupati e regolarmente residenti in Italia.

Si tratta di D.B., 22 residente a Calcio (BG) e del 26enne A.T. e del 31enne D.T., entrambi residenti a Pasian di Prato.

Gli episodi risalgono al mese di aprile, e hanno colpito una pizzeria di piazza Primo Maggio a Udine e un locale notturno in viale Trieste.

Sono in corso accertamenti per capire se i tre hanno colpito con la stessa tecnica altri esercizi pubblici.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento