Cronaca

Polemiche sugli immigrati, spuntano cartelli "anti" Messaggero Veneto

Sono comparse stamattina in città delle finte locandine del quotidiano locale, che richiamano una delle polemiche calde di quest'ultima settimana

“Immigrato cannibale divora pensionato di Buttrio” per Udine e provincia, mentre nella Destra Tagliamento il paese a est del capoluogo è sostituito da Brugnera, centro pordenonese del mobile. 

Così recita la locandina - ovviamente fittizia - del Messaggero Veneto che si può trovare oggi su diversi muri della città. A corredo della testata una doppia “s” in stile Schutz-staffeln, la famigerata organizzazione paramilitare del partito nazista, e altre due indicazioni sui presunti pezzi del giornale in edicola: "Ristorante cinese chiuso per lutto. La Procura «è impossibile»" e "Una taglia sui volontari: 80 euro per ogni nome".

L’iniziativa, con tutta probabilità, è legata alle polemiche sollevate nei giorni scorsi a causa degli articoli presenti sul quotidiano del Gruppo Espresso sulla vicenda dell’inchiesta che ha coinvolto l’associazione di volontari “Ospiti in Arrivo”, che opera nel campo dell’assistenza agli immigrati. 

Messaggero-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche sugli immigrati, spuntano cartelli "anti" Messaggero Veneto

UdineToday è in caricamento