menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cantiere del Visionario

Il cantiere del Visionario

Lavori al Visionario, a Natale i primi film nella nuova struttura

Fontanini: "Ristrutturazione fondamentale per soddisfare le aspettative dei clienti"

Rifacimento completo dell'impianto di riscaldamento e di condizionamento, ristrutturazione delle sale del cinema, un nuovo ingresso e un totale di 450 posti. Questi sono i numeri della ristrutturazione da tre milioni di euro che stanno interessando il cinema Visionario di Udine, che sarà pronto, si presume, entro il primo semestre del prossimo anno. Due sale saranno però fruibili per dicembre, permettendo ai cinefili udinesi di godersi i film di Natale in via Asquini. Le altre tre, invece, saranno completate prima dell'estate.

I lavori di ristrutturazione

Tra le novità non ancora annunciate del nuovo cinema ci sarà l'entrata, allestita con dei videoproiettori con immagini a 360 gradi. In arrivo anche nuovi infissi. Una grossa fetta di budget, come anticipato, è stata spesa per rifare completamente l'impianto di riscaldamento e di condizionamento. Il nuovo impianto è centrale e unico, in modo da portare a un notevole risparmio rispetto al passato. Sono state fatte delle riqualificazioni energetiche per sostituire le 16 macchine di prima con quattro dispositivi. Questo comporterà un maggiore rispetto ambientale, grazie anche il rifacimento totale di tutte le conduttore, portando così a un impianto più performante e senza perdite. Ancora, dovranno essere costruite delle zone filtro per le due sale cinema, per motivi di sicurezza. "I lavori si ristrutturazione sono fondamentali – dichiara il primo cittadino di Udine, Pietro Fontanini – per soddisfare le aspettative dei clienti del cinema, struttura di proprietà del Comune. Le nuove sale, inoltre, saranno all'altezza delle nuove tecnologie". Il cinema col nuovo look, poi, "contribuirà a rendere la città viva – continua il sindaco –. Ci sarà la possibilità per tutti di vedere film con strutture innovative".

L'investimento

Dei tre milioni di euro investiti due sono un contributo comunale e uno proviene dalla Regione. Questo milione di euro, però, era stato destinato all'UTI, che ora dovrà trasferirlo a Palazzo D'Aronco. Poi l'amministrazione potrà girarlo a sua volta al Centro Arti Visive, associazione che dirige i lavori su disposto del Comune. Mancano, però della liquidità che possa coprire la ristrutturazione della recinzione a e la tinteggiatura di tutta la struttura esternamente.

Le sale

Le cinque nuove sale (con accesso anche per disabili) saranno la chicca del nuovo cinema, con proiettori in 4K - gli unici in regione - e un nuovo sistema di diffusione sonora. Il primo lavoro che si concluderà a breve sarà il getto del pavimento. Alcune sale avranno anche una maggiore pendenza e una sistemazione migliore delle poltrone, al fine di garantire un numero di posti maggiore rispetto al passato. La struttura del 1937, ideata dall'architetto friulano Ermes Midena, quindi, cambierà completamente faccia dopo la riqualificazione dei primi anni 2000.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chi può prenotare il vaccino? L'elenco completo delle categorie

Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento