Fiamme in segheria a Treppo, pericolo amianto nella zona

L'amministrazione comunale ha emesso un'ordinanza a tutela della salute dei cittadini, ma in paese la paura è tanta

Le fiamme sul tetto della falegnameria

Finestre e porte chiuse nel raggio di 300 metri, lavare accuratamente frutta e ortaggi, terreno colpito dall'incendio transennato e passaggio vietato a chi non è coinvolto nelle operazioni di bonifica. Sono queste parte delle misure straordinarie adottate dal sindaco di Treppo Grande, Manuela Celotti, per far fronte all'emergenza sviluppatasi dopo l'incendio di una falegnameria nel centro collinare. Parte della copertura della struttura era fatta di amianto, e i cittadini temono per la loro salute e la loro incolumità.

La paura

"Tutti i cittadini sono molto preoccupati e chiedono una bonifica urgente del territorio al comune - racconta un residente -. Durante l’incendio è esploso il tetto della falegnameria e l’esplosione ha disseminato in tutti i giardini della zona pezzi di amianto (alcuni grandi come delle carte di credito) di cui era ricoperto. Perché chi ha subito il danno deve occuparsi a proprie spese di delimitare la zona, bagnare con la propria acqua tutta l’erba e aspettare chissà chi per la bonifica che poi chi pagherà?".

L'ordinanza emessa ieri dal sindaco di Treppo Grande

a123d2aa-3931-48cb-a708-9b8fb981010b-2

e7731484-61f9-4395-8662-baf321c62e01-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento