La festa della sedia di Manzano sostiene Aisla e la lotta alla Sla

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

La sezione friulana di AISLA, l'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, che da 32 anni sostiene le persone con SLA e la ricerca su questa malattia, è protagonista alla Festa della Sedia di Manzano (Ud), dal 23 al 26 luglio. https://www.prolocomanzano.ud.it/

Su invito della Pro Loco di Manzano, l'associazione è infatti presente con un gazebo per informazioni e raccolta fondi a sostegno dell'assistenza delle persone con SLA in Friuli. Il gazebo di AISLA, in linea con il tema della manifestazione, è allestito con tante sedie bianche e verdi come i colori dell'associazione e bianche, rosse e verdi come il Tricolore. Proprio le sedie, domenica 26 luglio alle 18.00, saranno al centro dello spettacolo dedicato ai più piccoli, a cura dei clown di ASTRO, Associazione Triestina Ospedaliera per il sorriso dei bambini.

I bambini, con l'aiuto dei clown e dei volontari di AISLA, potranno colorare le sedie del gazebo con le tinte scelte da loro. Tutti i partecipanti riceveranno la maglietta e il cappellino di AISLA. La presenza di AISLA alla Festa della Sedia è possibile grazie al sostegno delle aziende IVM CHEMICALS divisione Milesi, attiva nella produzione di vernici per legno, e di PALMA Spa, produttrice di sedie che ha fornito le sedie stesse su cui si divertiranno i bambini domenica.

Per info https://www.prolocomanzano.ud.it/

La sezione friulana di AISLA è attiva dal 2006 e oggi, grazie a 30 volontari, segue 70 persone con SLA sul territorio con visite gratuite a domicilio di medici esperti e l'organizzazione di gruppi di aiuto psicologico

Tra i progetti finanziati da AISLA Friuli, con i fondi raccolti grazie alle donazioni, la biobanca dell'Ospedale "Santa Maria della Misericordia di Udine", che raccoglie campioni biologici fondamentali per la ricerca sulla SLA, l'acquisto dell'elettromiografo, strumento essenziale per la diagnosi della SLA, per l'Ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone e l'acquisto, anche con il contributo della Provincia di Udine, di un veicolo attrezzato per il trasporto delle persone con SLA.

AISLA Friuli da diversi anni riesce a sostenere con un contributo annuale di 800€ le persone con SLA friulane e le loro famiglie più bisognose.

AISLA inoltre ha ricevuto recentemente la donazione della famiglia Concilio di Premariacco (Udine) con cui potrà sostenere nuove iniziative a favore delle persone con SLA, tra cui la campagna di raccolta fondi natalizia.

Torna su
UdineToday è in caricamento