Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Festa dei Nonni con Sangalli: «In un momento così difficile serve un patto generazionale»

Dalla Festa dei nonni il presidente nazionale ha respinto l'ipotesi di un secondo lockdown definendola insostenibile

«I premi ai nonni hanno oggi un significato fortemente simbolico: sollecitano, in un momento così drammatico, un patto generazionale, costruito sulla comprensione delle differenze e sulla valorizzazione della qualità». Carlo Sangalli, presidente nazionale della Confcommercio e della 50&Più, riassume la decima Festa dei nonni promossa dall’associazione dei pensionati del commercio udinese guardando al contesto di un anno segnato dalla pandemia. E lo fa respingendo l’ipotesi di un secondo “lockdown”: «Una soluzione da scongiurare perché il costo economico e sociale di ulteriori chiusure, anche se solo parziali, non sarebbe sostenibile dalle imprese e dal Paese. Servono invece dialogo e collaborazione con il governo per regole, protocolli e controlli che tengano insieme salute pubblica e ripresa economica».
Sangalli, nonno di 13 nipoti, è stato il premio “special” della quinta edizione del concorso promosso dalla 50& Più Udine a premiare i nonni friulani più buoni, più simpatici, più generosi, più divertenti, più affettuosi nei tre settori dell’economia, dello sport e del volontariato. I più votati quest’anno sono stati il presidente della Camera di Commercio di Pordenone-Udine e di Confcommercio Udine e Fvg Giovanni Da Pozzo, l’olimpionico di salto in alto Enzo Del Forno e il tenente colonnello Luigi Ziani, coordinatore della Protezione civile Ana.

Del valore simbolico della manifestazione in tempi di Covid hanno parlato anche il presidente della 50&Più Udine Guido De Michielis, l’assessore comunale Giovanni Barillari e il consigliere della Fondazione Friuli Flavio Pressacco, mentre il presidente Da Pozzo ha osservato come la pandemia abbia inciso sugli aspetti relazionali della società e rilevato il ruolo importantissimo dei nonni.
La Festa, introdotto dall’esibizione del quartetto d’archi Ja-To del Conservatorio Tomadini e presentata dalla giornalista Silvia De Michielis, è quindi proseguita con il programma costruito grazie alla direzione artistica di Alberto Zeppieri: il duo Barbara Errico (voce) e Andrea Castiglione (chitarra), le poesie dedicate ai nonni di Claudio Moretti e l’esibizione della violinista Anna Nash. Quindi, in Casa della Contadinanza, il momento conviviale per nonni, soci e amici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dei Nonni con Sangalli: «In un momento così difficile serve un patto generazionale»

UdineToday è in caricamento