Fermato al volante, rifiuta l'alcoltest e aggredisce i carabinieri

Arrestato ad Ovaro per resistenza a pubblico ufficiale un giovane carnico

Un semplice controllo stradale avvenuto alle prime ore di oggi, mercoledì 6 dicembre, si è tramutato in una rissa sedata non senza difficoltà da una pattuglia di carabinieri all'opera per le strade di Ovaro.

L'arresto

Erano le tre del mattino quando una macchina è stata fermata per un normale controllo di routine dai militari del Comando di Tolmezzo guidati dal capitano Diego Tanzi. I carabinieri in servizio, visto lo stato apparentemente alterato del conducente, hanno invitato il giovane alla guida a sottoporsi all'etilometro. L'uomo, affatto contento di quell'ordine, ha iniziato a rifiutarsi e a dare in escandescenze iniziando una breve collutazione sedata al più presto dai due militari. Nulla di grave se non qualche contusione per gli uomini dell'Arma, giudicati guaribili in tre giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le denunce

Il soggetto, classe 1981 residente nella zona, è stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e ora dovrà rispondere anche della guida in stato di ebrezza. Questa mattina dopo le formalità di rito, l'arresto è stato convalidato e l'uomo rimesso in stato di libertà in attesa del dibattimento in Procura rinviato a metà dicembre. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

Torna su
UdineToday è in caricamento