menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferisce cinque agenti della Polizia penitenziaria: condannato

Un cittadino marocchino di 22 anni è stato giudicato colpevole dal tribunale di Udine. Nel settembre del 2013 costrinse alle cure ospedaliere cinque agenti

Un giovane tunisino di 22 anni è stato condannato ieri dal tribunale di Udine a un anno e due mesi di reclusione per “resistenza e lesioni a pubblico ufficiale”, in merito a un episodio avvenuto il 18 settembre 2013 nel carcere di via Spalato.

Secondo quanto ricostruito dall'accusa, il giovane avrebbe minacciato uno degli agenti della polizia penitenziaria che, entrato nella sua cella, tentava di convincerlo a recarsi in ufficio per alcune contestazioni disciplinari mosse a suo carico. Rifiutandosi di andare il detenuto avrebbe impugnato un manico in plastica con sopra una lametta, e avrebbe rivolto minacce all'agente e ai colleghi intervenuti in aiuto, ipotizzando anche di dare fuoco alla cella. Poi si sarebbe scagliato contro i cinque agenti, che hanno riportato traumi e ferite, con prognosi dai 3 agli 8 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento