Nuova ordinanza, a scuola almeno il 50% di didattica a distanza

Il presidente della Regione Massimiliano Fedriga ha disposto il provvedimento

Dal 28 ottobre al 13 novembre le Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, statali e paritarie, dovranno adottare misure di flessibilità per una quota non inferiore al 50% a livello di istituzione scolastica. Dovranno farlo con didattica digitale integrata, in modalità alternata alla didattica in presenza. Lo ha disposto con ordinazna il governatore della Regione, Massimiliano Fedriga.

Università

Nello stesso periodo le Università di Trieste e di Udine e la Sissa di Trieste devono adottare, per una quota non inferiore al 60% degli iscritti, la didattica a distanza garantendo una compresenza di studenti non superiore al 40%, privilegiando le matricole.

Il resto

Il Governatore ha firmato altre due ordinanze: una che proroga, fino al 9 novembre, le limitazioni per gli eventi e le competizioni sportive individuali e di squadra delle società professionistiche e un'altra, che proroga al 9 novembre le misure sulle limitazioni all'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungodegenza, residenze sanitarie assistite (Rsa), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non. Relativamente alle disposizioni sugli spettacoli, l'unica modifica riguarda le strutture con capienza pari o inferiore ai 600 posti, per le quali verranno applicate le disposizioni governative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

Torna su
UdineToday è in caricamento