rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Fedriga ad un passo dal Fvg se Lega e FI al governo con M5s

Berlusconi e Salvini trattano se aprire a Di Maio. Alla Lega il Fvg in cambio della presidenza del Senato a Forza Italia. Domani nuovo vertice della coalizione

Governo Centrodestra più M5S

Berlusconi e Salvini stanno studiando una strategia comune per uscire dall'impasse. A riportarlo è un'agenzia AGI secondo la quale ognuno potrebbe fare, come dice il numero due del Carroccio Giorgetti, un passo indietro e uno avanti. Berlusconi aprirebbe all'eventualita' di cercare convergenze con i pentastellati, sulla base dei programmi. L'ex premier che non intende andare all'opposizione, per salvaguardare l'alleanza del centrodestra si renderebbe disponibile ad un dialogo costruttivo sui temi con i grillini. Cedendo in questo modo al 'pressing' di Salvini secondo il quale occorre in ogni caso fare i conti con il partito piu' rappresentativo in Parlamento.

Elezioni in Friuli V. G.

Altro passo indietro del Cavaliere riguarderebbe il Friuli. In un primo momento c'era l'accordo su Tondo, ma il partito di via Bellerio avrebbe strappato un'intesa di massima: il candidato del centrodestra dovrebbe essere Fedriga. La Lega cosi' potrebbe ottenere le tre regioni del Nord (Lombardia, Veneto e Friuli) potendo contare anche sui buonissimi rapporti con Toti in Liguria. Il passo indietro leghista, di cui parla Giorgetti, potrebbe essere lo scranno piu' alto di palazzo Madama.

Ultime ore di attesa

Domani al vertice della coalizione ci sara' un accordo sul metodo. Ovvero lo 'schema' dovra' essere condiviso. Difficilmente ci sara' una fumata bianca su chi dovra' succedere a Boldrini e Grasso. Ne dovrebbe venir fuori una rosa di nomi sui quali poi ragionare secondo le opportunita' politiche e le convergenze in Parlamento. M5s dovrebbe avere Montecitorio: in pista, riferiscono fonti parlamentari, c'e' sempre Fraccaro, ma non vengono esclusi i nomi di Fico e di Giulia Grillo. Ma per quanto riguarda il Senato nelle ultime ore si rafforza l'ipotesi che la presidenza vada ad un esponente di Fi. Il nome piu' accreditato per il momento e' quello della Bernini, anche se Berlusconi insisterebbe ancora su Romani. FI portera' avanti queste candidature (in piu' quella di Gasparri) e intanto sotto traccia mostra soddisfazione perche' il nome di Giulia Bongiorno dovrebbe uscire dai radar delle candidate. "Presidenza a FI? Non escludiamo nulla", dicono dal partito di via Bellerio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fedriga ad un passo dal Fvg se Lega e FI al governo con M5s

UdineToday è in caricamento