Farmacista di Cervignano accusato di spaccio: arrivata la sospensione

Il provvedimento si è reso necessario a causa delle restrizioni della libertà personale disposte dalla magistratura nei confronti del professionista. Nel caso in cui le ipotesi accusatorie fossero confermate è prevista la radiazione

E' ufficiale. L'Ordine dei Farmacisti della Provincia di Udine ha deliberato la sospensione dall'esercizio della professione del dottor E.V., che esercitava il suo lavoro nella farmacia “Sant'Antonio” a Cervignano del Friuli ed è stato arrestato con ipotesi di reato che vanno dallo spaccio di sostanze stupefacenti alla vendita di medicinali senza ricetta medica.

L' Ordine professionale ha comunicato la sospensione dall’esercizio della professione, in quanto la Magistratura ha applicato nei suoi confronti misure restrittive della libertà personale.

Il provvedimento di sospensione dura fino a quando ha effetto il provvedimento da cui lo stesso è stato determinato. Il procedimento disciplinare avviatosi contro il farmacista potrebbe portare, se le ipotesi di reato verranno confermate in giudizio, alla radiazione dall'Albo professionale.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento