Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via Gemona

FareAmbiente, presentata la sezione udinese del movimento ecologista

La proposta è quella di portare avanti posizioni e politiche orientate allo sviuluppo sostenibile e al "fare", svincolati dalle logiche del "no indiscriminato" alle quali si associano erroneamente le tematiche ambientali

FareAmbiente si è presentata alla città ieri al Caffè Caucigh, storico locale di via Gemona. Ha preso per primo la parola il coordinatore regionale Giorgio Cecco: "è un momento storico per un movimento come FareAmbiente, che si ispira allo spirito proprio della sussidiarietà ed è formato da cittadini che vivono, lavorano, operano sul territorio: ne conoscono i valori e le problematiche e s’impegnano per portare avanti il programma e la filosofia che muove la nostra associazione. FareAmbiente e si propone di rendere concretamente ed effettivamente possibile lo sviluppo sostenibile, la nostra è la politica del “fare” contrapposta al NO indiscriminato, spesso usato da altri movimenti che dicono di tenere all’ambiente e alla natura. Fondamentale lavorare in ambito locale, per  adeguati strumenti pianificatori, come i piani regolari, i piani del traffico e quelli energetici, per coniugare la tutela ambientale e la qualità della vita dei cittadini con lo sviluppo economico.

E' intervenuta poi la coordinatrice provinciale Francesca Musto: "vogliamo realizzare e portare avanti a Udine una politica responsabile verso un concetto positivo e propositivo di tutela dell’ambiente e rappresentare un nuovo impegno nel quotidiano per salvaguardare il diritto alla vita delle generazioni future, per ritrovare il gusto della passione civile e per affermare gli ideali di un ambientalismo contro ogni fondamentalismo e demagogia. Stiamo inoltre creando una struttura snella sfruttando l’utilizzo della rete, attraverso programmi di network e scambio dati, opinioni ed esperienze".

Ha concluso Vincenzo Tanzi, coordinatore cittadino: "abbiamo voluto organizzare questa presentazione proprio in questo mese, che ha un valore fondamentale per chi ha a cuore l’ambiente: il 5 giugno c’è stata la giornata Mondiale dell’Ambiente e tra il 20 e il 22 prossimi corre l’anniversario della Conferenza di Rio 1992. Molte sono le tematiche e le problematiche che vogliamo affrontare nella nostra città: dell’inquinamento atmosferico, all’elettrosmog, dal recupero/riciclo dei rifiuti alla tutela degli animali, solo per citarne alcune e tenendo per presente tutto ciò abbiamo l’ambizione di costruire da qui ai prossimi mesi la nostra idea/proposta della Udine 2013".

Gli altri membri del coordinamento sono Bruno Michelotti (territorio, mobilità, infrastrutture ed energia), Elvy Zappetti (ambiente, sanità, aria e acqua), Giulia Greatti e Gary Di Qual (associazionismo e giovani) e Marco Pini (webmaster).

Alla conferenza stampa era presente anche il consigliere regionale Roberto Novelli, da sempre impegnato nelle tematiche ambientali, che ha sottolineato la necessità di una maggiore attenzione da parte del mondo politico ad aspetti come il benessere degli animali, sempre più legato al benessere delle persone, in particolare di quelle più deboli.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FareAmbiente, presentata la sezione udinese del movimento ecologista

UdineToday è in caricamento