rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Fuga di gas: alcune famiglie udinesi passano il Natale senza riscaldamento

Qualche giorno fa si è verificata una perdita di gas da una tubatura in viale Diaz: Amga ha interrotto l'erogazione per il ripristino è a carico dei residenti

Festività natalizie senza gas per alcune famiglie udinesi. Già dal pomeriggio di martedì 21 dicembre è stata segnalata una fuga di gas in una strada privata di viale Diaz. A seguito di questa chiamata, anonima, sono arrivati i vigili del fuoco, i vigili urbani e il tecnico di Amga che, dopo aver constatato l'effettiva perdita di gas, ha chiuso l'erogazione e sigillato i contatori delle abitazioni. Il problema è sorto quando l'azienda privata, convenzionata col Comune di Udine, dopo aver chiuso tutto non ha potuto far altro che lasciare le cose in mano agli stessi cittadini, perché la perdita interessa una conduttura che non è di pertinenza dell'Amga, ma dei e delle residenti. 
Questa convezione tra azienda privata e amministrazione pubblica prevede che chilometri di tubature siano di competenza dei contribuenti così come la loro manutenzione. Normalmente funziona che negli altri comuni, tutto ciò che è a monte dei contatori è responsabilità dell'erogatore del servizio che, di conseguenza, deve provvedere immediatamente al ripristino dell'impianto in casi simili. 

I disagi

Questo ha comportato che i privati residenti abbiano dovuto autonomamente trovare una ditta che individui la perdita di gas e faccia i lavori di scavo e sostituzione delle tubature. Tutto questo nella settimana di Natale, con un evidente disagio per le famiglie che sono così rimaste senza metano, ovvero senza riscaldamento, acqua calda o possibilità di usare i fornelli.

Ieri pomeriggio un tecnico chiamato dai residenti si è recato sul posto per fare i primi rilievi e verificare la fuga. «È una situazione abbastanza complessa, che non riguarda il pagamento dei lavori, ma l’immediatezza dell’intervento che è l’unica nostra priorità», ha dichiarato un cittadino frustrato per la situazione. «Per tutti e tutte noi è terribile constatare l’indifferenza delle amministrazioni comunali, della polizia municipale intervenuta e dell’Amga che di fronte a un’emergenza non si stanno scomodando per trovare una soluzione. La presenza di persone anziane e altre impossibilitate a lasciare la propria abitazione, dovrebbero far scattare misure straordinarie». Tra i residenti che sono rimasti senza gas anche una persona positiva al covid obbligato a rimanere nella propria abitazione in isolamento. 

«Abbiamo richiesto più volte aiuto al Comune e all’Amga affinché mandassero loro dei tecnici che avremo pagato noi privati, ma niente. Non si tratta di uno sfogo, ma di mettere in risalto la superficialità e la mancanza di responsabilità di amministrazioni pubbliche che sottostanno agli interessi delle aziende», conclude amareggiato il residente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuga di gas: alcune famiglie udinesi passano il Natale senza riscaldamento

UdineToday è in caricamento