Gentilezza scambiata per tentativo di rapimento, scatta l'allarme ma i carabinieri smentiscono

La mamma di un bambino ha pensato che il figlio stesse per essere rapito da un uomo che stava solo cercando di aiutarlo, facendo scattare un allarme girato rapidamente sui social

Un gesto di gentilezza compiuto da uno sconosciuto, la diffidenza sempre in agguato e la trappola dei social. Sono questi gli ingredienti che hanno innescato una notizia falsa girata rapidamente sulle chat di alcune mamme, a partire da Buja. 

I fatti

A quanto si è appreso, lo scorso venerdì 5 luglio, diverse persone tra cui soprattutto genitori con bambini, si trovavano al parco comunale di Buja. Quando una mamma ha visto un signore prendere suo figlio di 7 anni per mano, ha immediatamente pensato a un malintenzionato facendo scattare l'allarme. Prima sono stati chiamati i carabinieri e poi è partito un tam tam su Whatsapp rimbalzato rapidamente sui telefoni di centinaia di persone. Diverse persone che hanno assistito alla scena avevano già provato a disinnescare la notizia, ma ormai fa più scalpore un fatto brutto, benché falso, piuttosto che un banale atto di gentilezza, e così l'allarme è diventato virale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La smentita

A ridimensionare totalmente i fatti ci hanno pensato i carabinieri della locale stazione di Buja, che hanno effettuato tutti gli accertamenti di rito. I militari dell'Arma, dopo le verifiche del caso, hanno confermato che un uomo che si trovava come molti altri adulti al parco comunale di Buja, ha preso per mano un bambino al solo fine di accompagnarlo dalla madre. Addirittura pare che sia stato lo stesso bimbo a chiedergli di aiutarlo a causa di un litigio in corso con un coetaneo. L'uomo si trovava nel parco insieme alla figlioletta che stava girando in bicilcetta e, quando si è visto avvicinare dal piccolo, indispettito per il litigio con un altro bambino, dapprima lo ha tranquillizzato e poi lo ha accompagnato verso la madre, seduta poco distante. Poco dopo l’uomo lasciava tranquillamente il parco con la propria bambina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento