menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fallimento Uanetto, la rabbia degli allevatori

Il Tribunale di Tolmezzo ha stabilito che i suinicoltori rientrano fra i creditori ma soltanto nella categoria chirografari e non in quella dei privilegiati

Esplode la protesta tra gli allevatori del Fvg dopo la decisione del giudice delegato del tribunale di Tolmezzo con il quale i suinicoltori sono considerati creditori soltanto nella categoria chirografari e non in quella dei privilegiati.

Lo riporta una nota della categoria, precisando che "i privilegiati saranno gli unici che avranno la possibilità di recuperare almeno una parte, e fra questi i familiari di Uanetto un tempo dipendenti del gruppo". 

Le 25 imprese suinicole del Fvg avanzavano crediti dal gruppo Uanetto per 1,5 milioni di euro.

“Quel che fa davvero male e che indigna – spiega Sergio Zuccolo, presidente della sezione suinicoltori dell’Associazione Allevatori del Fvg – è che la distinzione è avvenuta solo sulla base della struttura societaria delle imprese zootecniche. Sono state penalizzate le aziende individuali e le società semplici, “privilegiate” le aziende organizzate in forma societaria e i dipendenti. Così – aggiunge Zuccolo – si creano allevatori si serie A e allevatori di serie B. I danni, ingenti, li abbiamo subiti tutti e non soltanto le società. E’ davvero una beffa essere considerati dalla giustizia italiana “diversi” solo perché è differente la ragione sociale dell’azienda che gestiamo”. 

 “Alcuni di noi – spiega Zuccolo – avanzano anche 500 mila euro ed altri, ma tutti, nonostante le enormi difficoltà che il fallimento ci ha provocato, continuiamo a portare avanti con impegno e caparbietà le nostre aziende zootecniche, senza lasciare a casa nessuno”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento