menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fallimento Ibisco: Pirelli Marti condannato a 2 anni di reclusione

Il commercialista udinese, già coinvolto in altre vicende giudiziarie, era accusato di aver tenuto le scritture contabili in modo tale da non consentire la ricostruzione del patrimonio e il movimento degli affari. Assolto invece don Luigi Fabbro

Il ragioniere udinese Franco Pirelli Marti è stato condannato ieri dal Tribunale di Udine a 2 anni di reclusione per il fallimento Ibisco, una delle diverse società collegate all'universo Fingefa, immobiliare dedicata alla compravendita, costruzione e gestione di beni immobili e aziende. 

Pirelli Marti era accusato di aver tenuto le scritture contabili in modo tale da non consentire la ricostruzione del patrimonio e il movimento degli affari. Ne sarebbe emerso un quadro di debiti-crediti non corrispondente al vero, con oltre 1 milione di euro di debiti verso Cogefa e oltre 360 mila verso Friulielettrimpianti. Oltre alla distrazione di 30 mila euro derivanti dalla vendita di un immobile versati a favore di una società sempre riferibile a Pirelli Marti, tra il 3 e il 4 agosto 2010.

Il Collegio giudicante ha assolto invece con formula piena, per non aver commesso il fatto, don Luigi Fabbro, subentrato a Pirelli Marti nel ruolo di amministratore della società solo dal 22 luglio 2010.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento