Consigliere comunale friulano insultato per una fake news

Scambiato per il figlio di Renzi, riceve minacce di morte e offese dalla rete. Rimossa la foto è scattata la segnalazione alla polizia postale

"Questo è il nipote di Renzi. A Montecitorio grazie a suo zio. Fa la bella vita a 15 mila euro al mese, alle spalle di noi italiani. Condividi se sei indignato". Questo il testo riportato su un post messo in rete dalla pagina "Buona e sincera ma quando serve bastarda" che sta mettendo nei guai un cittadino friulano vittima di un caso di fake news. 

Il post

Il giovane ritratto nella foto, infatti, non ha nulla a che fare con Renzi, ma è semplicemente Andrea Spinato, un cittadino di Casacco che nel piccolo comune ricopre l'incarico di consigliere comunale e che nella vita è attivo anche nella Croce Rossa Italiana Comitato di Udine. Stamattina per lui la triste scoperta, segnalata dalla sorella: che inizialmente ha vissuto la cosa in maniera goliardica "Non sapevo che avevamo un zio che di cognome fa Renzi" ma che con il passare delle ore ha preso una piega spiacevole per il fratello.

La condivisione e gli insulti

Il post, infatti, comparso su una pagina che conta quasi 10 mila follower, è stato pesantemente commentato con minacce di morte ed insulti nei confronti del giovane che ha richiesto l'immediata rimozione. Peccato che ormai le condivisioni fossero state già 340 e che quinidi la foto stia continuando a fare il giro della rete.

La segnalazione 

"Avevo scattato la foto durante un viaggio - ci racconta Andrea - e ora l'ho rimossa con la speranza di non ricevere insulti anche sulla mia pagina personale. Spero che la vicenda si chiuda qui, ma nel frattempo ho segnalato l'accaduto alla polizia Postale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento