Ignoti aprono la voliera e 40 ibis volano via. L'appello dell'Oasi dei Quadris

Sospetto atto doloso nel giorno di Pasqua. Aperta la porta della voliera che ospitava la rarissima specie a Fagagna. Appello a chiunque dovesse individuarli

Una delle voliere presenti nell'Oasi dei Quadris. A sinistra, in primo piano, una cicogna, a destra, in volo, un ibis eremita

Nel giorno di Pasqua i responsabili dell'oasi di Fagagna, nota per il progetto di salvaguardia e tutela di ibis e cicogne, hanno trovato la porta della grande voliera che ospita gli ibis eremita, specie in via di estinzione, socchiusa. A renderlo noto è il presidente della cooperativa, Marco Rustico, a 'Il Gazzettino'. “Degli ottanta uccelli che conteneva la voliera, la metà non c'è più. – racconta il presidente – Dapprima abbiamo pensato che fosse stata dimenticata la porta aperta quando è stato portato il cibo, poi però si è preso in considerazione l'atto doloso”.

Sono una quarantina, quindi, gli ibis che hanno approfittato della 'fuga', gli altri probabilmente sono rimasti per accudire le uova.  In natura solo poche decine di esemplari di questa specie vivono in Marocco, mentre in Europa è estinto da circa due secoli. Quella di Fagagna è la colonia in cattività più numerosa del mondo, e ci si augura che altri ibis, come già cinque hanno fatto, tornino spontaneamente o vengano recuperati. Gli ibis dell'oasi sono al centro di un progetto scientifico che vede l'imprinting dei nati, da parte dei laureandi dell'Università di Udine, per abituare gli uccelli a una sorta di semi libertà, primo passo per un'ipotesi di reintroduzione in natura.

Questo l'invito di Marco Rustico alla popolazione:
“Facciamo un appello a tutti quelli che li avvistano.  Avvisateci telefonandoci al numero 3356975121 o chiamate la forestale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Esce la bio di Taylor Mega: la recensione del libraio udinese ha più successo del libro

  • "Negazionista" al liceo: studente sospeso al primo giorno di scuola perché non rispetta le norme anti-covid

  • Nuova apertura al Città Fiera: 2mila metri quadrati dedicati ai più giovani

  • Il piccolo Michael perde la vita a soli cinque anni

  • Coronovirus: il contagio non molla e Udine è la città con più nuovi casi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento