menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Espulso una volta, rientra in Italia e viene espulso nuovamente

Un cittadino albanese è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Tarvisio e processato per direttissima. Condannato a sei mesi di reclusione con la sospensione condizionale della pena

Era stato espulso dal nostro paese per motivi di ordine e sicurezza pubblica, e stamane - dopo un tentativo di rientrare - ha subito lo stesso provvedimento un'altra volta, dopo un processo per direttissima al tribunale di Udine, seguito all'arresto in flagranza di reato.

Si tratta di un cittadino albanese di 31 anni, la cui espulsione ne impediva il rientro in Italia per cinque anni (salvo mediante un permesso speciale del ministero dell'Interno che però l'uomo non aveva), intercettato alle 8 e 30 di oggi al valico autostradale dell' A23 di Coccau dai Carabinieri della Compagnia di Tarvisio, mentre faceva rientro in Italia. È stato quindi condannato a sei mesi con la condizionale e munito di un nuovo decreto di espulsione.

L'uomo era stato precedentemente allontanato dall'Italia - con un provvedimento del Questore di Bolzano datato luglio 2014 - per una serie di furti commessi sul territorio nazionale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento