menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esercitazione congiunta tra Protezione Civile e Soccorso Alpino italiano e Slovenia

Si è tenuta lo scorso weekend al Parco Globojner al Monte Spaccato e presso la dolina di Fernetti

Gli incidenti di questi ultimi giorni e le tante chiamate per interventi di soccorso e di ricerca dispersi dimostrano quanto sia importante per i tecnici volontari del Soccorso Alpino esercitarsi continuamente. Bisogna essere sempre pronti a partire e a mettere in atto la migliore strategia per raggiungere velocemente e in sicurezza l’obiettivo. Questo vale in particolare per gli interventi di ricerca. Proprio questo weekend del 14 e 15 ottobre si è tenuta una esercitazione di ricerca della Delegazione regionale Friuli Venezia Giulia a Trieste. La base di ritrovo dei volontari è stata la sede della Delegazione Speleologica del Soccorso di Padriciano, mentre le esercitazioni pratiche si sono tenute al Parco Globojner al Monte Spaccato e presso la dolina di Fernetti. Hanno preso parte all’esercitazione le stazioni del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Friuli Venezia Giulia, la Protezione Civile ed una delegazione del Soccorso Alpino Sloveno con squadre da Tolmino, Caporetto e Aidussina. L’invito a partecipare è stato inoltrato anche ai Vigili del Fuoco.

Durante la giornata di sabato 14 ottobre è stata simulata una richiesta di intervento per il mancato rientro di due persone, con il successivo avvio delle prime fasi della ricerca: ovvero la ricerca con battuta a squadre. Vi hanno preso parte una quarantina di operatori tra i quali undici nuovi volontari che hanno svolto così il relativo modulo formativo di Operatore di Soccorso Alpino (OSA). La simulazione è poi ripresa nelle prime ore di domenica, con le squadre impegnate in battute sistematiche, affiancate anche dai cinofili del CNSAS e della Protezione Civile. Durante la mattinata è stato simulato anche l’intervento per la caduta di un parapendio nella zona di Fernetti, il cui recupero ha visto operare fianco a fianco i tecnici del CNSAS FVG e del Soccorso Sloveno. In tutto quasi settanta operatori hanno collaborato per la riuscita di questa esercitazione.

Nella tarda mattinata di domenica, mentre ancora era in atto l'esercitazione, la stazione di Trieste è stata allertata per ben tre volte per altrettante richieste di intervento reali. La prima inerente un mancato rientro di un escursionista, emergenza conclusa poi rapidamente per il rientro autonomo della persona. Il secondo intervento ha visto i tecnici impegnati nel recupero di una cane caduto dal sentiero Rilke, ove hanno operato assieme alla squadra SAF dei Vigili del Fuoco, recuperando dall'alto l’animale. L'ultimo intervento li ha coinvolti nel soccorso di una donna colta da un malore presso il parco Globojner a Trieste, ove si trovavano già delle squadre che stavano operando all'interno dell'esercitazione, ed hanno così potuto prestare immediato soccorso alla donna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento