66enne precipita per 80 metri sul Monte Cimone

Si tratta di una signora austriaca che è stata caricata con il verricello e elitrasportata all'Ospedale di Udine

Una escursionista austriaca è stata soccorsa nella tarda mattinata sui versante sud orientale del Cimone del Montasio (Alpi Giulie) ​​​​​​​​in seguito ad una brutta caduta avvenuta lungo il sentiero CAI 640 che conduce al Bivacco Del Torso dalla Forca di Vandul, sulla cresta Est del Monte Cimone stesso, ad una quota di 2100 metri. Lungo il percorso, che alterna pendii verticali di erba e rocce, si snoda il cavo di una via ferrata che la signora aveva già oltrepassato, trovandosi al momento della caduta nei pressi della cresta.

M. H. sessantaseienne di Loeben (Stiria) è infatti precipitata ruzzolando per un'ottantina di metri lungo un tratto molto ripido in direzione di Forca de La Viene, riportando diverse ferite e traumi gravi. I primi soccorsi le sono stati prestati dal compagno di gita e da altre persone presenti lungo lo stesso percorso.

Sono stati loro a contattare il centro di Thörl - Maglern, che ha passato la chiamata alle squadre di soccorso ovvero la Guardia di Finanza di Sella Nevea e i tecnici del CNSAS di Cave del Predil. Sul posto è intervenuto l'elicottero della centrale operativa di Udine, che ha sbarcato in due momenti diversi con il verricello il tecnico di elisoccorso, il medico e un altro tecnico del CNSAS. La donna è stata elitrasportata all'Ospedale di Udine.

Soccorso alpino, CNSAS FVG, soccorso, elisoccorso-2

Soccorso alpino, CNSAS FVG, soccorso, elisoccorso-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

  • Lorenzo, una vita spezzata a soli 22 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

Torna su
UdineToday è in caricamento