Enrico Pizza: "I paletti una soluzione temporanea"

Secondo quanto dichiarato dall'assessore "si tratta di dissuasori che hanno un’utilità temporanea legata alla necessità di proteggere l’area appena restaurata affinché il sedime su cui sono state posizionate le lastre si assesti, evitando quindi di dover intervenire nuovamente per la rottura delle pietre"

“Rispetto la scelta dei tecnici comunali di posizionare i paletti di fronte alla chiesa di San Giacomo. Si tratta di dissuasori che hanno un’utilità temporanea legata alla necessità di proteggere l’area appena restaurata affinché il sedime su cui sono state posizionate le lastre si assesti, evitando quindi di dover intervenire nuovamente per la rottura delle pietre. Altrimenti si continuano a spendere soldi pubblici per riparare quello che viene danneggiato per incuria”.

L’assessore alla Mobilità, Enrico Pizza, spiega così il posizionamento dei dissuasori della sosta di fronte alla chiesa di piazza Matteotti. “I troppi mezzi parcheggiati in quella zona costringevano i pedoni a percorrere l’acciottolato – sottolinea Pizza –, una superficie che crea comunque difficoltà alla deambulazione, in particolare all’utenza debole. I dissuasori hanno proprio la funzione di impedire la sosta ai veicoli che non hanno motivo di sostare lì nemmeno per il carico e scarico”.

Una volta che il terreno si sarà assestato l’amministrazione, anche a fronte dei risultati di questa sperimentazione, deciderà se mantenere o meno i paletti lungo il marciapiede. Gli uffici della Viabilità precisano che “tutti gli impianti di dissuasione della sosta non sono soggetti ad autorizzazione da parte della Soprintendenza, così come l’intervento di ripristino della pavimentazione che, essendo manutenzione straordinaria, rientra nell’articolo 149 del decreto legislativo 42 del 2004”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Niente mini zone rosse, Fedriga fa dietro front: si ai tamponi per tutti

Torna su
UdineToday è in caricamento