Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Il graphic journalism di Internazionale è firmato da un friulano: il racconto

Emanuele Rosso – noto fumettista, udinese di nascita e residente a Torino – è già alla sua seconda pubblicazione sul noto magazine

Il lavoro di Emanuele Rosso

Graphic Journalism made in Friuli protagonista sul numero di questa settimana di "Internazionale". Autore del racconto per immagini è Emanuele Rosso noto fumettista, udinese di nascita e residente a Torino, che racconta la scomparsa di un pezzo storico della città (il Suq del libero scambio), luogo di compravendita e di affari da oltre un ventennio.

L'idea

Emanuele, racconta l'episodio ponendo l'attenzione sui fenomini di touristification e gentrification, che in qualche modo cancellano ogni traccia culturale dai luoghi di vita quotidiana per offrire invece delle città-vetrina al turismo di massa. Un luogo nuovo che nulla conserva dei segreti e delle tradizioni proprie di ogni città e della sua storia.

Il racconto

"Torino è da sempre una città interessante, un laboratorio culturale dove il conflitto sociale, gli sgomberi e le manifestaizioni sono all'ordine del giorno – spiega Emanuele –. La storia che ho voluto mettere in evidenza è quella del Suq del libero scambio (soprannominato "il Barattolo"), una sorta di mercatino delle pulci abusivo tenuto per lo più da senza tetto ed extracomunitari, dove era possibile acquistare merce usata ad ottimo prezzo e che rappresentava una peculiarità unica per la città. Un luogo che nasce non distante da un mercato delle pulci ufficiale (il Balun), spazio di compravendita che ha tutt'altro sapore turistico e culturale". 

a0061ed0-f7aa-4718-92e1-b07b4ba11e08-2

I precedenti

"Dopo anni di minacce di sgombero a causa di residenti scontenti – continua Emanuele – ad ottobre 2019 la polizia blindò la zona con l'utlizzo di jersey e fece sgomberare tutti gli abusivi trasferendoli di fatto in un quartiere periferico e meno trafficato. Questo episodio ebbe come risultato non solo la cancellazione di un luogo tipico, peculiare e dal sapore squisitamente locale, ma anche l'effetto collaterale per i residenti di rendere inutiizzabile (a causa dei jersey) il parcheggio dove il sabato e la domenica sorgeva il mercatino".

565a5783-74e6-4b68-8ec2-a28aaf32f60a-2

"Una storia piccola e locale, ma che è dimostrativa ed esemplare di dinamiche che sempre più prendono piede nelle città italiane – conclude Emanuele –. Si cerca di eliminare e cancellare, sempre di più, tutto ciò che non permette alla città di presentarsi come un parco giochi per turisti, come un luogo perfetto, pulito e intonso".

Emanuele Rosso

Emanuele è già alla sua seconda collaborazione con Internazionale. Dal 2007 collabora con Hamelin, associazione culturale bolognese che si occupa di promozione della lettura, illustrazione e fumetto, e fa parte dello staff organizzativo di BilBOlbul. Festival internazionale di fumetto. Collabora inoltre come curatore con il Treviso Comic Book Festlval. Ha scritto inoltre per Fumettologica, il principale sito italiano dedicato al mondo del fumetto, e per Banana Oil, rivista di approfondimento e critica sul fumetto.

Sabato 22 febbraio, l'artista, tornerà nella sua terra natia per presentare il suo ultimo romanzo illustrato dal titolo "Goat" alla libreria Tarantola di via Vittorio Veneto.

Emanuele Rosso

Emanuele-4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il graphic journalism di Internazionale è firmato da un friulano: il racconto

UdineToday è in caricamento