menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presidente della Regione Serracchiani

La presidente della Regione Serracchiani

Serracchiani: "Tenteremo di ridiscutere il tetto della compensazione economica"

La presidente del Friuli Venezia Giulia si è espressa così con i 31 rappresentanti del territorio regionale coinvolti nel passaggio del nuovo elettrodotto Redipuglia-Udine Ovest.

"La parte amministrativa ed autorizzativa relativa al tracciato dell'Elettrodotto Udine - Redipuglia è stata definita e completata dalla precedente amministrazione regionale, che ha anche approvato la bozza di convenzione quadro da stipulare tra la Regione e Terna SpA".

Lo ha detto oggi a Udine la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, chiarendo la posizione dell'attuale governo regionale con i sindaci e gli amministratori rappresentanti dei 31 Comuni coinvolti dal passaggio dell'elettrodotto.

"Noi ora - ha proseguito - vorremmo tentare di mettere in discussione il tetto massimo della compensazione economica, valutato in 3,6 milioni di euro, e di ottenere l'anticipo della richiesta d'autorizzazione di dismissione della vecchia rete all'inizio dei lavori della nuova".

IL VIA LIBERA DEL MINISTERO

Serracchiani, affiancata dall'assessore regionale all'Energia ed Ambiente Sara Vito, ha quindi spiegato che la Convenzione tra l'azienda che realizzerà l'elettrodotto e la Regione "è essenziale in vista della successiva stipula delle convenzioni con i singoli Comuni nell'ottica di una corretta impostazione dei rapporti tra Terna ed il territorio".

In particolare la presidente, ricordando che l'accordo relativo alla compensazione non può essere solo economico, ha rimarcato l'importanza che la dismissione della vecchia rete venga fatta effettivamente entro i 24 mesi previsti dall'impegno autorizzativo. L'altro fronte è quello della cifra destinata alla compensazione e la presidente ha sostenuto che la Regione intende valutarne molto attentamente l'entità, in base ai vari aspetti legali e normativi. Al momento, stando a quanto indicato da Terna, la quota ammonta a 3,6 milioni di euro, pari al 6% dei 60 milioni destinati alla costruzione dell'elettrodotto. Il costo totale dell'opera è di 100 milioni, di cui 40 sono destinati alla dismissione della vecchia rete.

(AGI)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento