Martin Lovrenĉiĉ è il vincitore di Wood Doc

E' lo studente che meglio ha saputo, da un punto di vista creativo, estetico e funzionale, dar vita a un elemento di design per il settore vitivinicolo nel concorso promosso da Future Factory

Si è chiusa la prima edizione di “Wood Doc”, il concorso promosso da Future Factory, il gruppo giovani di BCC Manzano, nell’ambito delle celebrazioni per i 60 anni della Banca. L’iniziativa ha coinvolto gli studenti dell’Isis Malignani di San Giovanni al Natisone, centro formativo del Legno Arredo, che sono stati messi alla prova ideando un elemento di design in legno da utilizzare per il mondo del vino. 

La giuria ha selezionato 5 progetti (sui 32 raccolti), presentati da Enea Cantarutti, Riccardo Facchini, Martin Lovrenĉiĉ, Matteo Moschioni e David Sgiarovello, che sono stati premiati con un attestato di partecipazione. 

Il vincitore è Martin Lovrenĉiĉ, studente che meglio ha saputo, da un punto di vista creativo, estetico e funzionale, dar vita a un elemento di design per il settore vitivinicolo.

Alla premiazione, oltre al presidente e al direttore della Banca, Silvano Zamò e Angelo Zanutto, sono intervenuti il presidente di Future Factory (nonché componente del cda di Banca Manzano) Carlo Piemonte, la referente di Wood Doc Marta Basso e la dirigente del Malignani Ester Iannis
"L’obiettivo perseguito da Banca Manzano attraverso Wood Doc – chiarisce Piemonte – è stato quello di valorizzare i talenti degli studenti del Malignani di San Giovanni, puntando su due delle eccellenze espressione del Distretto della Sedia: il legno e il vino".
Soddisfatto per il coinvolgimento dei ragazzi il presidente Zamò, che si è congratulato con i partecipanti per l’impegno dimostrato. «Abbiamo voluto offrire agli studenti dell’istituto di San Giovanni un’esperienza concreta avendo la possibilità di dare forma alle loro idee e alla loro creatività». 

Concluso Wood Doc, ora Banca di Manzano propone altri due eventi per celebrare i suoi 60 anni di attività: la pedalata non competitiva BCCcletta (domenica 29 giugno) e la serata danzante riservata “60, che Sballo” (sabato 4 ottobre).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude il Caffè dei Libri. Per i titolari è stato "un incubo crudele"

  • Taylor Mega fa il dito medio alla Polizia, cacciata in diretta da Canale 5

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

  • AAA Gestore di rifugio montano cercasi

  • A Udine Rc auto più basse del 7%: il record va a una donna che guida una Yaris

Torna su
UdineToday è in caricamento