Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Educatori professionali riammessi a scuola, mancano gli arretrati della cassa integrazione

Situazione risolta con reinserimento pieno per gli educatori professionali che si occupano di giovani con disabilità visiva. All'appello però manca ancora la cassa integrazione degli ultimi mesi

Immagine d'archivio

"La situazione si è risolta fortunatamente il giorno successivo alla pubblicazione dell'articolo - ci racconta Y.C. educatore professionale di Udine -  Ora tutti i ragazzi hanno nuovamente il loro educatore. In sospeso però resta la questione della cassa integrazione arretrata. Sono diversi mesi che l'attendiamo invano".

Così l'educatore sanitario che solo la settimana scorsa aveva denunciato la difficile situazione della categoria nella nostra provincia.

Il ritorno a scuola

Una situazione che si è sbloccata con la riammissione piena dei professionisti al'interno delle scuole, per assistere i ragazzi con disabilità visiva.

Una problematica, quell della disabilità visiva particolare e delicata che necessità  infatti di specifiche competenze.

"Oltre alla nostra protesta, si sono uniti anche i docenti che si sono schierati dalla nostra parte, comprendendo perfettamente il nostro ruolo per questi giovani - conclude Y.C.- Naturalmente il nostro ingresso è stato accompagnato dalla condivisione, da parte della scuola, di tutti i protocolli di sicurezza che saremo i primi a seguire  nel rispetto della possibilità che ci è stata data e della salute dei nostri ragazzi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educatori professionali riammessi a scuola, mancano gli arretrati della cassa integrazione

UdineToday è in caricamento