menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Idee chiare per gli edicolanti udinesi: "No a nuovi punti vendita"

In regione c'è un'edicola ogni 1.000 abitanti, contro la media nazionale di 2 mila. Zulian: "Le vendite sono in calo e le attività sono più che sufficienti a garantire pluralità d'informazione". Della Negra:"si rischia un colpo mortale alla democrazia"

“No a nuovi punti vendita”. Lo chiedono gli edicolanti udinesi, preoccupati per un'eventuale liberalizzazione del settore. Le copie in vendita saranno sempre le stesse, anche se aumentano le edicole. “La rete di vendita attuale – dice Daniele Zulian titolare del negozio di via San Rocco e aderente al Sindacato nazionale autonomo giornalai – è sufficiente alle necessità del mercato ed è l'unica in grado di assicurare il pluralismo dell'informazione”.

Non c'è bisogno di altri punti vendita, anche perché i giornali ora si vendono già nei supermercati e ai distributori di benzina. “Di fatto il mercato è già liberalizzato – continua Zulian – e stiamo anche assistendo ad calo delle vendite”. In Friuli Venezia Giulia c'è un'edicola ogni 1.000 abitanti, contro una media nazionale di 1 ogni 2 mila.

Il settore ha le sue peculiarità, come spiega Gianfranco Della Negra segretario provinciale del Sinagi. “La vendita di quotidiani e periodici non è un'attività commerciale concorrenziale – dice – perché le edicole assicurano la parità assoluta di diffusione di tutte le testate, con parità di prezzi e condizioni. Proprio per questo non è un'attività libera, ma vincolata alla corretta diffusione. Con la liberalizzazione si rischia di dare un colpo mortale alla democrazia del nostro paese”.

Quello degli edicolanti è un lavoro duro. “Ci alziamo all'alba, lavoriamo incuranti delle intemperie – continua Della Negra – e salutiamo i nostri clienti sempre con il buongiorno, arrivando a totalizzare fino a 14 ore al giorno, con pochi giorno di ferie l'anno, senza poter decidere quali e quante pubblicazioni vendere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Incidente sullo Jôf Fuart, morti due sciatori

  • Cronaca

    Colpo alla mafia da 12 milioni di euro, coinvolta anche Udine

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento