menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La notte della "Luna rossa". Stasera l'eclissi più lunga del secolo: come godersi lo spettacolo

Tutti col naso all'insù per 103 minuti. In Friuli Venezia Giulia, come in tutta Italia, il fenomeno sarà visibile anche ad occhio nudo quasi nella sua interezza

Ci siamo, tutti col naso all'insù! Appuntamento stanotte con l'eclissi totale di Luna più lunga del secolo. Ma non solo. Il nostro satellite si tingerà di rosso sangue, mentre Marte sarà all'opposizione e in congiunzione con la Luna eclissata. Un doppio spettacolo visibile a occhio nudo in Italia e nel resto d'Europa ma anche in Asia, Australia, Antartide, Africa, Medio Oriente, nell'Oceano Pacifico Atlantico e in America del Sud.“

Eclissi di Luna oggi: come vederla stasera

Ma a che ora bisognerà osservare il cielo? La Luna sorgerà pochi minuti prima delle 21, ora locale italiana, verso sud est. La fase di totalità si verificherà tra le 21 e 30 e le 23 e 13, mentre il massimo dell'eclissi, ovvero il maggiore oscuramento della Luna, è previsto alle 22 e 22. "La Luna - spiega Marco Galliani dell'Inaf, l'Istituto nazionale di astrofisica - dopo l'uscita dalla totalità, attraverserà il cono di penombra per emergerne definitivamente e segnare così la fine dell'eclissi all'1 e 30 della mattina del 28 luglio". E' un "appuntamento imperdibile con una eclissi totale di Luna davvero super - aggiunge il ricercatore - la sua fase di totalità sarà infatti la più lunga tra tutte le eclissi di luna che si verificheranno in questo secolo, durando ben un'ora e 43 minuti". Oltre all'eclissi di Luna si avrà una vera e propria 'Notte dei pianeti'. Questa sera infatti, segnala l'Uai (Unione Astrofili Italiani), la Luna in eclissi si troverà in congiunzione con il pianeta Marte all'opposizione. I due astri sono nella costellazione del Capricorno, spiegano gli astrofili, vicino al limite con il Sagittario, che sottolinea come "nel corso della sera potremo osservare ben 4 pianeti ad occhio nudo: Venere, Giove, Saturno e, naturalmente, Marte".

Per l’occasione è stata realizzata un’area online per condividere foto e brevi video dell’eclissi (all’indirizzo https://lunadiluglio.tumblr.com/). Non c’è bisogno di essere fotografi provetti o avere strumenti professionali, va benissimo anche un normale smartphone, ma per non sbagliare si possono seguire i consigli di Pierluigi Giacobazzi, astrofotografo e divulgatore scientifico, membro della Royal Photographic Society e della Cloud Appreciation Society, interpellato per l’occasione da Media Inaf. In base “alla propria dotazione fotografica, sarà possibile compiere diversi tipi di ripresa: da quella paesaggistica mediante l’uso di un obiettivo grandangolare, sino a quella telescopica impiegando lunghezze focali più estese”, spiega Giacobazzi. “Di certo – osserva – non potrà mancare un solido treppiede fotografico. Riprenderemo infatti una Luna piena alquanto ‘insolita’. Da tempi da ‘paesaggio diurno’, quando la Luna sarà al di fuori del cono d’ombra terrestre, si passerà a tempi ‘astrofotografici’ nella fase massima dell’eclisse”.

“Qualora non si disponesse di un astroinseguitore, – aggiunge l’astrofotografo – un errore assolutamente da non compiere è quello di utilizzare tempi di esposizione superiori a 1 secondo – meglio se più brevi, pena ‘il mosso’ del disco lunare”. L’Istituto nazionale di astrofisica ha in programma varie iniziative legate all’eclissi in diverse località della penisola tra cui Bologna, Ozzano dell’Emilia, Cagliari, Catania, Acireale (CT), Scicli (RG), Napoli, Padova, Roma (per la mappa degli eventi https://tinyurl.com/inafeclissi).

Osservazione a Talmassons

Per questa straordinaria occasione segnaliamo l'apertura in provincia di Udine del Circolo Astrofili di Talmassons, in via Cadorna 57 con visite gratuite anche alla cupola. La distribuzione dei biglietti -necessari per il rispetto delle file- avverrà dalle 20.50. L'inizio dell'evento è previsto alle 21.00. Quest'anno, inoltre, per i primi 6 gruppi, è stata attivata "l'entrata prioritaria per i bambini".

Osservazione a Remanzacco

Sarà aperta anche la sede e l'osservatorio A.F.A.M. di Remanzacco, in P.zza G.Miani 2a. Le visite sono previste dalle 20.30 alle 24. 

Osservazione a Farra

Cupole aperte anche a Farra, in provincia di Gorizia (Strada della Colombara). Dalle ore 21 alle 24 anche questo osservatorio astronomico aprirà le porte al pubblico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento