rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
in città / Chiavris / Via Ampezzo

Due milioni e mezzo per la ristrutturazione dell'area espositiva del Palamostre

"Andremo a restituire alla città uno spazio dall’altissimo potenziale culturale, sarà un vero e proprio punto di riferimento regionale per l’arte e gli eventi" afferma il vicesindaco Michelini

In stato di abbandono e degrado da circa vent’anni, la porzione di edificio del Palamostre che si trova tra il teatro e la piscina sarà oggetto di ristrutturazione. Costo dell'operazione: due milioni e mezzo di euro. Si tratta di un'area che era stata pensata come spazio per ospitare esposizioni artistiche ed eventi. L’intervento durerà circa un anno.

I lavori

Il blocco si trova tra la parte adibita a teatro e la piscina. Nel dettaglio si prevede la realizzazione di tre nuove scale di accesso esterne e delle nuove vie di fuga. Inoltre, ci sarà nuovo atrio di ingresso all’estremità sud del corpo est e un deposito consultabile di opere d’arte pittorica e scultorea nell’ala ovest del piano rialzato. Prevista anche la realizzazione di una sala per esposizioni temporanee nell’ala est del primo piano. Verrà creata una nuova copertura, risanati e pitturati i calcestruzzi faccia vista del prospetto est e rifatti completamente tutti gli impianti meccanici, elettrici e special oltre alle opere di adeguamento alle norme di prevenzione degli incendi. Prevista anche l’installazione di un ascensore.

Le dichiarazioni

Ha spiegato il vicesindaco con delega ai lavori pubblici Loris Michelini: “Oggi, grazie a questo intervento da oltre due milioni e mezzo in gran parte finanziati dalla Regione, andremo a restituire alla città non solo uno spazio dall’altissimo potenziale culturale ma anche tutte le opere d’arte oggi non accessibili al pubblico e custodite al sicuro presso un deposito della struttura, con tutti gli accorgimenti per una loro corretta conservazione”. “Questa sezione - precisa Michelini - versa in condizioni di degrado, con una perdita dal tetto e danni alle parti infrastrutturali causati dalla mancata manutenzione di questi anni. Ora invece saranno risistemati il piano interrato oggi adibito a deposito delle opere, il piano rialzato dove saranno create la sala espositiva, la biblioteca e un punto di ritrovo e dove potranno essere organizzati eventi, e il primo piano, anche questo attrezzato per ospitare le opere di proprietà del Comune. Verranno inoltre rifatti l’impianto elettrico e il sistema di umidificazione necessario alla conservazione dei quadri e saranno creati degli ascensori al fine di rendere le struttura completamente accessibile alle persone con disabilità”. “L’intenzione è quella di mettere in moto un meccanismo virtuoso di coinvolgimento delle associazioni del territorio e dei Comuni limitrofi, restituendo al Palamostre il suo ruolo naturale di vero e proprio punto di riferimento regionale per l’arte e gli eventi”, conclude Michelini.

Palamostre: al via i lavori di ristrutturazione del blocco tra il teatro e la piscina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due milioni e mezzo per la ristrutturazione dell'area espositiva del Palamostre

UdineToday è in caricamento