menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione dell'operazione con il maggiore Scalabrin del Nucleo investigativo di Udine

La presentazione dell'operazione con il maggiore Scalabrin del Nucleo investigativo di Udine

Sequestrati 65 chili di eroina e 9 di cocaina. Giro d'affari di 10 milioni

L'operazione è stata messa a segno dai carabinieri di Udine sotto la direzione della DDA di Trieste. Arresti e perquisizioni lungo tutta la penisola

Un bilancio di 32 persone arrestate in flagranza di reato, 65 persone deferite, 4 ordinanze di custodia cautelare, 65 chili di eroina e 9 chili di cocaina sequestrati, per un giro d'affari di 10 milioni di euro. Sono queste le cifre dell'operazione "Viola", messa a segno dai carabinieri di Udine sotto la direzione del dottor Milillo della DDA di Trieste.

L'indagine è partita nel 2008, come nuovo filone della precedente indagine "Fornaio", relativa alla tratta e allo sfruttamento di stranieri. L'eroina proveniva dall'Afganistan e dalla Macedonia, la  cocaina dal nord Europa. Il passaggio a Udine serviva alla prima lavorazione e allo smistamento nel resto d'Italia. Udine si è rivelata così come la vera porta d'entrata verso l' Italia della droga .

All'opera un gruppo di albanesi e macedoni, che per portare in giro le sostanze usavano come nascondigli le portiere delle automobili oppure i serbatoi, con cocaina ed eroina nascoste in mezzo al gasolio e alla benzina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento