Un'udinese mette in atto la "truffa del resto" in provincia di Belluno, denunciata

Entra in un supermercato per comprare la maionese ma truffa la cassiera con il gioco dei 50 euro, donna classe 2000 denunciata dai carabinieri di Belluno

L'esterno del supermercato di Sedico, in provincia di Belluno

Al termine di una serie di indagini la stazione dei carabinieri di Sedico, in provincia di Belluno, ha denunciato in stato di libertà una donna classe 2000 residente in provincia di Udine per la cosiddetta "truffa del resto", avvenuta lo scorso 11 maggio presso il supermercato "Super W".

I fatti

Da quanto si è appresto, la cassiera si è ritrovata di fronte una giovane donna che chiedeva di pagare un barattolino di maionese per il valore di 1 euro. La truffatrice ha però adottato uno stratagemma per intascarsi qualche decina di euro in più. Ha prima cercato di pagare con una moneta da un euro, successivamente ha però chiesto di cambiare in diversi pezzi da 10 euro una banconota da 50 salvo poi ritrattare e chiedendo di cambiare la stessa banconota da 50 euro con tagli da 5 e poi da 20, creando nella cassiera uno stato di confusione.

Al termine di questo "giochetto", la donna ha poi affermato di non necessitare più di alcun cambio di banconota chiedendo la restituzione dei 50 euro inizialmente consegnati in cassa. Alla richiesta della donna, la cassiera le ha fatto presente che la banconota le era stata già 
restituita
in precedenza, facendola così inalberare al punto che la stessa cassiera, per non creare discussioni di fronte agli altri clienti, si è convinta a prendere 49 euro (il resto dei 50 tolto il costo della maionese) dalla cassa, consegnandoli alla truffatrice.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

Al termine dell’orario di chiusura la direttrice, non presente durante la vicenda all’interno dell’esercizio commerciale, nel momento in cui ha chiuso la cassa per formalizzare il bilancio, ha però constatato l’ammanco dei 49 euro. I carabinieri visionando le telecamere sono però riusciti a individuare tra le varie auto quella guidata dalla truffatrice, riconosciuta anche dalla dipendente

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • L'eccezione che conferma la regola: a Udine c'è un albergo costretto a mandare via i clienti

  • Pizza senza lievito, tavolini vista roggia e piatti a base di pesce: nuovo locale a Udine

  • Appalti truccati, arrestato il sindaco di Premariacco Roberto Trentin

  • Coronavirus: salgono i contagi e i ricoverati in terapia intensiva in Fvg

  • Sfreccia a 128 km/h oltre il limite: oltre mille euro di multa per il novello Hamilton

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento