Presa a pugni mentre aspetta la pizza perché non parla friulano

Episodio che ha dell'incredibile a Mereto. All'esterno di un locale un uomo ha aggredito una 47enne straniera, rea di non parlare la marilenghe. Il sindaco D'Antoni: «Prendo forti distanze dal gesto, che non fa parte di Mereto, e condanno l'aggressione»

Aggredita mentre aspettava la pizza per asporto in un locale di Mereto di Tomba in quanto non parlante friulano. L'assurda vicenda ha visto come vittima una 47enne straniera, residente a Cavasso Nuovo, in provincia di Pordenone. L'episodio si è verificato la sera di mercoledì 9 gennaio, ed è stato diffuso dall'edizione odierna del Messaggero Veneto, in seguito alla denuncia ai carabinieri presentata dalla malcapitata, 

L'accaduto

Mentre stava attendendo la pizza assieme ai figli e al nipote la donna è stata colpita con un pugno al volto da un uomo che, da quanto confermatoci dal sindaco del paese, Giuseppe D'Antoni, sarebbe conosciuto sia a livello locale che dalle forze dell'ordine. La causa della violenza, secondo il racconto della vittima, sarebbe rappresentata dal non parlare friulano. Sul posto sono poi intervenute le forze dell'ordine, mentre la donna è stata trasportata al pronto soccorso di Spilimbergo con una prognosi di guarigione di 12 giorni. Ha riportato diversi traumi al volto, alla rachide cervicale e alla mano. Oltre al pugno, l'aggressore l'avrebbe anche spintonata. Il tutto è avvenuto fuori dalla pizzeria, in quanto la donna, sentendosi in pericolo per l'atteggiamento intimidatorio dell'uomo, ha preferito aspettare la consegna della pizza fuori dall'esercizio commerciale. Ma l'uomo non si è fermato, e ha seguito la donna all'esterno, dove si è consumata l'aggressione. I parenti della vittima hanno cercato di frapporsi tra la donna e l'uomo, inutilmente.

Il sindaco

"Alla base di questo fatto ci sono le condizioni psico-fisiche alterate dell'aggressore." – dice il primo cittadino del comune del Medio Friuli –. "Sono molto dispiaciuto per quanto successo, e sono vicino alla donna e alla famiglia. Quanto è accaduto non fa parte della città di Mereto, prendo forti distanze dal gesto e condanno l'aggressione""Il protagonista del fatto – precisa D'Antoni – è une persona che ha bevuto troppo, ma si prenderà comunque le dovute responsabilità per il gesto compiuto, un episodio riprovevole".

La pizzeria

Anche i titolari dell'esercizio sono persone straniere. "Il titolare è di origine albanese, ma si è integrato benissimo nel nostro paese", conclude il sindaco. I proprietari della pizzeria, che si trova in piazza a Mereto, hanno preferito non rilasciare dichiarazioni sulla vicenda.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento