La friulana Domovip dona cento mascherine alla casa di riposo di Lovaria

L'azienda di Aviano si impegna a donare cento mascherine alle case di riposo del territorio ogni mille acquistate sul loro sito

Domovip Italia Srl, azienda fondata nel 1984 ad Aviano, ha donato nella giornata di ieri, 24 aprile, cento mascherine alla casa di riposo di Lovaria, Fondazione Emilia Muner De Giudici, colpita duramente dal coronavirus. L'azienda, inoltre, si impegna a donare cento mascherine alle case di riposo del territorio ogni mille acquistate sul loro sito e-commerce.

La donazione

Quelle donate alla casa di riposo del comune di Pradamano sono dei dispositivi medici CE classe 1 registrate presso il Ministero della Salute, e sono detraibili al 19 per cento. Come fa sapere la stessa azienda, la DomoMascherina "assicura la protezione individuale da schizzi, goccioline, droplet, polveri e aerosol presenti nell'aria. Protegge, quindi, le vie respiratorie e le persone vicine". Secondo gli ultimi test di laboratorio eseguiti su queste mascherine, "dimostrano che il grado di filtrazione medio della DomoMascherina è del 98 per cento".

Il progetto

L'azienda fondata nel 1984 ad Aviano dal presidente Bruno Carraro è oggi una tra le più grandi aziende di vendita diretta italiane specializzata nella vendita a domicilio e nella produzione di una vasta gamma di prodotti (tra questi, sistemi di sicurezza e domotica, panelli solari e fotovoltaici, sistemi di riposo intelligente). Con l'arrivo del coronavirus, anche Domovip ha voluto fare la sua parte con il progetto "Uniti contro il virus"“Il click è scattato la sera in cui abbiamo proiettato la bandiera Tricolore sulla facciata della sede dell’azienda ad Aviano, il Palazzo Carraro Menegozzi. Volevamo dire a tutti che c’eravamo e volevamo fare qualcosa di concreto e tangibile per dimostrarlo!”.

L'iniziativa

Come poter aiutare il territorio? "Tra le esigenze abbiamo individuato la forte necessità di mascherine presente in tutte le strutture operative. Il nostro pensiero è andato poi alle case di riposo: questo virus, infatti, colpisce soprattutto gli anziani, genitori e nonni che compiendo innumerevoli sacrifici ci hanno fatto crescere, studiare e hanno reso grande l'Italia". Una volta individuata "l’esigenza abbiamo iniziato la produzione coinvolgendo dipendenti che altrimenti sarebbero rimasti a casa". Un doppio obiettivo, quindi: aiutare la comunità e dare lavoro ai propri commercianti, "che erano costretti a casa ormai da settimane".

Le mascherine

La DomoMascherina è frutto del lavoro della Domovip Italia di Pordenone assieme al partner Maison Bianchi. A riceverla in donazione sono stati anche altri comuni e le protezioni civili che hanno aderito al progetto: Polcenigo, Trasaghis e la Protezione Civile di Caneva, Claut, la proloco di San Martino e i dipendenti della base di Aviano. Gli eventuali margini andranno alla Croce Rossa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La consegna

A portare le mascherine alla casa di riposo di Lovaria, il direttore generale della Domovip Italia, Cristiano Cociani, assieme al direttore, Mirco Venir al funzionario, Sandra Di Bin“Siamo orgogliosi di poter fare la nostra parte per aiutare il nostro paese in questo momento difficile. Un grande grazie va ai nostri speciali clienti che hanno subito colto l’animo del progetto e hanno voluto partecipare dimostrando che insieme, se vogliamo, possiamo fare tanto”, dichiara il direttore generale della Domovip Italia srl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Tre nuovi decessi da Covid19 in FVG: si tratta di due 78enni e un 59enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento