Cronaca Centro / Via Roma

Sicurezza, stop all'alcol in zona stazione per due mesi

L'ordinanza, che comprende anche il divieto di consumare alimenti, proibisce il consumo in strada nelle aree non autorizzate. Previste multe fino a 600 euro

Da sabato 21 dicembre non si potranno più consumare bevande alcooliche e alimenti nelle aree pubbliche in zona stazione a Udine. Questo è quanto stabilito dalla nuova ordinanza sulla sicurezza stradale, voluta dall'amministrazione comunale. L'anno scorso si pensò al coprifuoco, quest'anno l'iniziativa è diversa. "L'ordinanza sarà in funzione per 60 giorni e andrà a colpire quei gruppi più o meno numerosi che in qualsiasi ora bivaccano e bevono sostanze alcooliche in questa zona della città", dichiara l'assessore comunale alla Sicurezza, Alessandro Ciani.

La zona

La zona interessata da questa ordinanza comprenderà via Leopardi, piazza della Repubblica, via Ciconi, piazzale Unità d'Italia, viale Tullio, via delle Ferriere, viale Europa Unita, piazzale D'Annunzio, via Roma, via Battistig, via De Rubeis, via Nievo e via Percoto – il vecchio"Quartiere delle Magnolie" –, ma anche le vie Manzini, Parini, di Mezzo, Bertaldia, Larga, Ungheria, Zoletti, del Pozzo, Aquileia, piazzetta del Pozzo, della Rosta, Croce, Carducci e i parchi adiacenti, in particolare il parco Martiri delle Foibe.

La zona dei divieti

La zona interessata-2

Le segnalazioni

L'ordinanza comunale è stata approvata in seguito alle numerose segnalazioni che l'amministrazione dichiara di aver ricevuto da parte dei cittadini e delle forze dell'ordine, e andrà, secondo Ciani a "tutela della quiete pubblica e del decoro della nostra città". La norma su cui si basa questa nuova ordinanza è l'articolo 50, comma 5 del Decreto Legislativo 18 agosto 200, n. 267, che permette al sindaco di intervenire per prevenire e contrastare le situazioni urbane di degrado attraverso l'emanazione di un idoneo provvedimento atto a contrastare queste criticità.

I divieti

Per 60 giorni, in tutta quest'area, sarà vietato consumare, o detenere ai fini dell'immediato consumo in un luogo pubblico, bevande alcooliche di qualsiasi gradazione e alimenti. Sarà vietato, inoltre, abbandonare nei luoghi pubblici o di uso pubblico qualunque contenitore vuoto di bevande, alimenti, rifiuti e altri oggetti. "Questi divieti, oltre per quando riguarda la sicurezza della città, sono stati approvati anche per limitare i rifiuti lasciati a terra dopo il loro consumo", aggiunge l'assessore Ciani.

Commercianti

"Il divieto – si legge nel disposto – non si applica negli esercizi pubblici e nei relativi plateatici regolarmente autorizzati, ovvero in occasione di specifiche manifestazioni ed eventi autorizzate od organizzate dall'amministrazione comunale", ma, come descritto nell'ordinanza, "il sindaco ha facoltà di ridurre, per un periodo di tempo non superiore a 60 giorni, l'orario di apertura di singoli o più locali operanti in zona ed in caso di persistenza dei fenomeni di disagio, di sospendere o revocare con apposito provvedimento motivato il titolo autorizzativo o altro titolo posseduto per l'esercizio dell'attività, senza che il titolare o il gestore abbia diritto a indennità o compensi di sorta".

L'acquisto di bevande

"Non vogliamo colpire chi acquista bevande per portarle a casa, ma chi le usa per un immediato consumo sulle strade – continua l'assessore –. Si tratta soprattutto di stranieri che acquistano alcool nei minimarket e piccoli negozi di questa zona a prezzi molto bassi".

I controlli

Di conseguenza all'ordinanza, ci sarà un intensificazione dei controlli da parte della Polizia Locale e delle forze dell'ordine, "anche se i controlli già non mancano. Prima, però, le forze dell'ordine non potevano intervenire. Ora diamo in mano loro uno strumento, operativo 24 ore su 24".

Le sanzioni

Le sanzioni amministrative per la mancata osservanza di questi divieti andranno da un minimo di 100 a un massimo di 600 euro. Previsto anche il sequestro dei prodotti.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, stop all'alcol in zona stazione per due mesi

UdineToday è in caricamento