Prendevano la disoccupazione passando il loro tempo all'estero, otto denunciati

Si tratta di cittadini di sette diverse nazionalità, domiciliati in sei diverse province italiane

Percepivano l'indennità di disoccupazione senza averne diritto visto che passavano il loro tempo all'estero, provocando un danno all'Inps di 68mila euro. Si tratta di cinque uomini e tre donne, dai 31 ai 65 anni, provenienti da sette paesi diversi (Egitto – due persone –, Albania, Goergia, Ucraina, Moldavia, Senegal e Sri Lanka). Gli stranieri sono stati denunciati alle Procure di Udine, Brescia, Milano, Bari, Napoli e Pordenone, in quanto, alla data dei fatti accertati, risultavano domiciliati in quelle province.

Accertamenti

La Squadra mobile e l’Ufficio Immigrazione della Questura di Udine, con il coinvolgimento degli Uffici Inps di Bari, Brescia, Cervignano, Milano, Napoli e Spilimbergo, hanno dato seguito a nuovi accertamenti sul caso dopo altri episodi che si erano verificati in passato. In precedenza, nel giugno 2018 e nel maggio 2019, si erano concluse le attività investigative che avevano permesso di denunciare alla Procura della Repubblica di Udine 65 stranieri extracomunitari, di 18 nazionalità diverse. Nella circostanza il danno erariale era stato quantificato in 400mila euro.

Nuove indagini

Significativo l’esempio di un 36 enne cittadino albanese, residente nella provincia di Udine, che dal 2014 al 2018, ha soggiornato diverse volte all’estero durante il periodo di disoccupazione, ottenendo indebitamente dall’Inps la cifra di 20mila euro circa. L’Inps, sulla scorta di quanto segnalato dalla Questura di Udine, ha già provveduto a disconoscere le prestazioni somministrate agli indagati e a notificare agli interessati il relativo indebito, dando seguito alle azioni finalizzate al recupero del credito. Sono in corso, fanno sapere dagli uffici di viale Venezia, verifiche su altre posizioni attinenti alla stessa fenomenologia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento