Cronaca Centro / Piazza della Libertà

Il consiglio comunale di Udine si potrà guardare in streaming

I lavori dell'assemblea e delle commissioni di palazzo D'Aronco saranno visibili in diretta e confluiranno in un archivio a disposizione sul canale “Streaming Comune di Udine” di Youtube

Dopo le sperimentazioni degli ultimi anni e l'approvazione, a fine 2014, del regolamento per le “Riprese audiovisive, Registrazione e Diffusione delle sedute del Consiglio comunale”, è ora tutto pronto per l'avvio delle dirette streaming dal “parlamentino” di palazzo D'Aronco.

A partire dalla prossima seduta, in programma lunedì 30 novembre alle 17.30, i lavori del Consiglio comunale si potranno seguire anche comodamente da casa. Il servizio permetterà di riprendere, diffondere in tempo reale e creare un archivio delle sedute consiliari e delle commissioni. Le registrazioni saranno poi caricate e a disposizione sul canale “Streaming Comune di Udine” di Youtube, raggiungibile anche da un link presente sul sito www.comune.udine.it.

“L'obiettivo, nato con l'approvazione del regolamento, non è solo quello di avvicinare il più possibile i cittadini alle attività dell'amministrazione – spiega l'assessore all'Innovazione, Gabriele Giacomini –, permettendo a chiunque di seguire comodamente da distanza il dibattito politico o ricercare alcuni passaggi, ma anche e soprattutto quello di rendere il più possibile l'aula consiliare una “casa di vetro”. Si tratta quindi di un'opportunità in più di trasparenza e partecipazione. Udine ha consolidato in questi anni un forte impegno nel campo della trasparenza e della partecipazione del cittadino – prosegue Giacomini –”.

Il nuovo regolamento, approvato a ottobre 2014, disciplina le riprese audiovisive, la registrazione e la diffusione delle sedute del Consiglio comunale e delle commissioni effettuate dall’amministrazione comunale, dalla stampa, dai gruppi politici e da altri portatori di interesse. Figura chiave del regolamento è il presidente del Consiglio comunale: a lui si devono rivolgere i soggetti terzi e i gruppi consiliari interessati a ottenere l’autorizzazione a riprendere e diffondere le attività dell’assemblea.

Nel caso in cui la richiesta venga presentata da forze politiche, questa deve essere corredata da una dichiarazione di impegno a riprodurre le sedute in maniera oggettiva, senza commenti o tagli di alcun tipo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio comunale di Udine si potrà guardare in streaming

UdineToday è in caricamento