Assenze e false timbrature del badge: licenziato un dipendente pubblico

Si tratta di un dipendente dell'Ass 3 Alto Friuli. Il direttore: «Comportamenti ripetuti»

Ripetute omissioni e false timbrature del badge, o se si preferisce del vecchio “cartellino”. Per questo motivo nei confronti di un dipendente della Ass numero 3 Alto Friuli mercoledì scorso è stato chiesto da parte della Procura della Repubblica di Udine il rinvio a giudizio. Dal canto suo l’azienda sanitaria ha licenziato il dipendente - non impiegato tra il personale medico sanitario - per giusta causa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il direttore generale Pier Paolo Benetollo ha chiarito che la Commissione di disciplina ha accertato che il dipendente - secondo quanto riportato da Il Gazzettino -«ripetutamente è uscito dal lavoro senza timbrare il cartellino, ed anzi, in diverse occasioni dopo essersi allontanato dal servizio senza timbrare al rientro ha attestato con timbrature non veritiere una pausa di gran lunga inferiore a quella reale. Gli stessi comportamenti si sono ripetuti più volte durante tutte le quattro settimane oggetto di indagine - ha proseguito -. Di ciò è stata fornita ampia documentazione da parte della Procura a cui l’Azienda aveva chiesto informazioni sull’indagine effettuata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aria salubre e sicura con la corretta manutenzione dei climatizzatori

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • Un grande bar all'aperto: ecco la nuova Piazza San Giacomo a Udine

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

Torna su
UdineToday è in caricamento