Cronaca Viale Venezia

Il Comune diffidato dal tagliare gli alberi di viale Venezia

Il Comitato spontaneo di cittadini "Salviamo viale Venezia" ha scritto al Sindaco chiedendo che non proseguano i lavori per la realizzazione della rotonda davanti al Lidl

I cartelli rimasti appesi sugli alberi dopo la protesta di alcuni cittadini

Continua a far discutere la scelta di realizzare una rotonda in viale Venezia, all'altezza del supermercato Lidl che sarà sponsor dei lavori. Dopo la protesta andata in scena lo scorso primo febbraio, con una manciata di cittadini che si sono incatenati per protesta agli alberi che dovrebbero essere tagliati per far spazio alla rotonda, ora è giunta notizia di una diffida inviata direttamente al primo cittadino di Udine, Pietro Fontanini.

I fatti

Anche questa mattina i tecnici erano all'opera all'angolo fra via Firenze e viale Venezia per misure e decidere i platani da eliminare e, vedendoli in azione, il comitato di cittadini "Salviamo Viale Venezia" ha deciso di passare all'attacco, considerando "inaccettabile l'accelerazione senza la concertazione con i cittadini". 

La diffida

Il Comitato “Salviamo viale Venezia” ha inviato questa mattina una diffida al Segretario generale del Comune di Udine, al Sindaco, agli assessori, al Presidente del Consiglio comunale, ai consiglieri comunali, alle Infrastrutture e, per quanto di competenza, alla Procura di Udine.

«Non accettiamo un'accelerazione simile – afferma in una nota il Comitato “Salviamo viale Venezia” - quando la concertazione con la base, ovvero il popolo, non è ancora iniziata, tanto più che il 5 febbraio abbiamo avuto un incontro con il vicesindaco Michelini ancora possibilista sulle altre rotonde, nel senso che nulla era stato ancora deciso». 

Intanto, la raccolta firme "per fermare lo sventramento di viale Venezia e la snaturalizzazione del verde pubblico" prosegue. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune diffidato dal tagliare gli alberi di viale Venezia

UdineToday è in caricamento