Demolito l“ex pollaio” del quartiere Aurora, al suo posto verde pubblico

Soddisfazione fra i residenti di via Dino Basaldella e via Riccardo Di Giusto che da lungo tempo chiedevano l'abbattimento della fatiscente struttura

“Finalmente, dopo anni di attesa, oggi è stato demolito il fabbricato fatiscente chiamato “ex pollaio”, situato in via Dino Basaldella”. Così l’assessore all’edilizia Alessandro Ciani. “Erano decenni - prosegue l’assessore - che i cittadini del quartiere Di Giusto chiedevano che la struttura fosse abbattuta e che si ponesse fine ad una situazione di degrado inaccettabile che non solo andava a vanificare l’impatto positivo dell’ampia area verde circostante ma che rappresentava un grave rischio per la sicurezza e la salute dei cittadini; l’ex pollaio era infatti da tempo diventato una vera e propria discarica abusiva in cui venivano gettati sostanze e materiali di ogni genere”.

I lavori che sono cominciati questa mattina sono stati affidati il 4 settembre; nella superficie dell’ex pollaio si svilupperà un prato in continuità con l’ampia area verde circostante.

“Personalmente - chiarisce Ciani - sono orgoglioso di avere contribuito al concreto miglioramento della qualità della vita dei cittadini di un’area che merita di diventare sempre più sicura, verde e a misura di famiglia”. Soddisfazione anche dal consigliere con delega alla famiglia Giovanni Govetto, secondo il quale “l’attenzione alla famiglia passa anche attraverso interventi mirati e capaci di impattare positivamente sulla quotidianità dei bambini e dei genitori”.

Abbattimento ex pollaio-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali patenti servono per guidare le macchine agricole?

  • Tira un pugno in faccia ad una donna incinta e fugge, sconcertante episodio a Friuli Doc

  • I migliori ristoranti dove mangiare pesce a Udine secondo TripAdvisor

  • Violento schianto in A34, muore bimba di quattro mesi

  • Danni alla "Tod's" dei Della Valle, processo in tribunale a Udine

  • Alla guida con un tasso d'alcol di 5 volte superiore al limite dopo un'allegra domenica a Friuli Doc, fermato

Torna su
UdineToday è in caricamento