Cronaca

L'80% degli accessi al pronto soccorso, in Fvg, è dovuto agli infortuni domestici

I dati sono emersi durante un convegno organizzato dalla Stu della UIL Pensionati Domio-Estero: le cause sono cadute, urti e ferite da taglio

La propria casa è considerato uno dei luoghi più sicuri che ci siano, eppure gli incidenti domestici sono all'ordine del giorno. In Friuli Venezia Giulia, l’80% degli accessi in pronto soccorso sono dovuti a infortuni domestici: cadute, urti e ferite da taglio o punta le cause principali.

Questi sono i dati emersi nel corso di un convegno organizzato dalla Stu della UIL Pensionati Domio-Estero.

I dati

«Sono oltre 59 mila le persone che nel 2018 in Italia, secondo i dati Istat, hanno fatto accesso al pronto soccorso per cadute, urti o colpi, tagli; 8 mila sono stati i decessi legati sempre a infortunio domestico. E i dati sono sottostimati rispetto alla reale portata del fenomeno». 

È una “strage silenziosa”, sottostimata e spesso ignorata quella provocata dagli infortuni domestici, fatta emergere da Giuliano Folchini, componente della segreteria regionale della UILP del Friuli Venezia Giulia, nella relazione introduttiva con cui ieri ha aperto un convegno proprio sul tema degli infortuni domestici organizzata dalla Struttura territoriale UIL Pensionati Domio-Estero, con il segretario Angelo Semeraro

«Gli infortuni domestici sono più frequenti nella popolazione pediatrica, anziana e femminile perché sono le fasce che trascorrono il maggior tempo tra le mura domestiche o si occupano della gestione e della cura della casa», ha confermato anche la dottoressa Daniela Germano, referente regionale per il progetto “Passi d’argento” e la prevenzione degli incidenti domestici.

Le cause

«Tre sono le cause principali di infortunio domestico che assorbono l’80% delle cause di accesso al pronto soccorso. Al primo posto abbiamo le cadute che in Friuli Venezia Giulia rappresentano circa il 45% di tutti gli accessi al pronto soccorso. Il 30% degli accessi è dovuto a un urto o colpo e il 13% a ferite da taglio o punta. Questa è solo la punta dell’iceberg perché solo i casi più importanti sono quelli che vengono registrati».

La popolazione anziana

Su un campione di 7.340 persone, rappresentativo della popolazione regionale ultra 65enne, il 21% ha avuto almeno un episodio di caduta nei 12 mesi precedenti all’indagine. Di questi un terzo ha avuto più di un episodio di caduta e un quarto ha avuto un accesso in pronto soccorso. Le fratture in questa fascia di popolazione sono il 17% e i ricoveri il 16%. Inferendo questi dati alla popolazione si stima che in Friuli Venezia Giulia, negli ultimi 12 mesi, siano quasi 67 mila le persone over 65 che hanno riportato una caduta in ambito domestico. Le cause principali sono dovute nel 46% dei casi a mancanza di maniglioni anti caduta in bagno, il 43% a tappeti senza antiscivolo, il 42% a pavimenti scivolosi. 

La prevenzione

Nel corso del convegno è stato ricordato come il fattore principale per la prevenzione è data dalla sensibilizzazione. Molte vittime sono donne, molte sono persone anziane, molte sono donne anziane e molti anche i bambini piccoli. C’è un tema di carenza strutturale delle case: molte necessiterebbero di una messa in sicurezza e di una eliminazione delle barriere architettoniche che riguarda anche anziani che non per forza non sono completamente non autosufficienti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'80% degli accessi al pronto soccorso, in Fvg, è dovuto agli infortuni domestici

UdineToday è in caricamento