rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

A Udine contagiate persone dai 2 mesi ai 102 anni: tutti i numeri di due anni di pandemia

Impegnati da quasi due anni ad affrontare la pandemia, i medici dell'AsuFc lanciano l'allarme per l'aumento esponenziale dei contagi sottolineando le conseguenze nei reparti e spiegando quanto immotivate siano le paure sul vaccino

"Il vaccino è l'unico strumento che c'è in questo momento per proteggersi dal virus" è la frase ricorrente che si sente dire negli ultimi giorni dai medici che operano nei reparti collegati all'emergenza Covid 19. Ma la situazione è sempre più complessa a causa dell'aumento dei contagi: anche a Udine e in tutta la provincia ci sono stati positivi che si possono imputare direttamente ai cortei no green pass delle ultime settimane. Se in regione dovessimo raggiungere il 15 per cento di occupazione delle aree mediche da parte di pazienti Covid, si rischia concretamente di andare in zona gialla. Ma non è solo un problema di numeri. È anche un problema di gestione dei reparti e di come lavorano gli operatori sanitari, anche se il rapporto tra contagio e domanda ospedaliera in Friuli Venezia Giulia presenta una curva completamente diversa da quella registrata quando il vaccino non era ancora stato somministrato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Udine contagiate persone dai 2 mesi ai 102 anni: tutti i numeri di due anni di pandemia

UdineToday è in caricamento