Franceschini, situazione stabile per il ministro dei Beni Culturali

Il politico, ancora ricoverato all'Ospedale di Udine, ha trascorso una notte serena: incerta la data delle sue dimissioni dalla struttura sanitaria friulana

Dario Franceschini

Un’altra notte tranquilla per Dario Franceschini, il ministro dei Beni Culturali ricoverato da sabato sera nell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine dopo un malore avvertito a Palmanova. 

Franceschini, si trova in ospedale per una ‘sindrome coronarica acuta’ e, stando al bollettino medico diffuso nella giornata di ieri, aveva reagito positivamente alle terapie.

La situazione, dopo la notte appena trascorsa, non è cambiata e al momento non è ancora definita la data in cui il ministro potrà abbandonare la struttura sanitaria udinese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

  • Coronavirus: 90 nuovi casi, tre decessi, due focolai a Martignacco e Gradisca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento