menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le radici che bucano l'asfalto in via Freschi

Le radici che bucano l'asfalto in via Freschi

Via Freschi, le radici danneggiano strade e case, ma "il Comune non risponde"

A essere colpiti sono alcuni immobili della lottizzazione 'Borgo Nuovo'. La denuncia della situazione arriva da parte di un condomino

Radici molto grosse, di alberi di proprietà comunale, che affiorando danneggiano l’asfalto - in questo caso di proprietà privata, con i conseguenti problemi di incolumità per i passanti - ma sopratutto i condomini vicini, a causa delle infiltrazioni di acqua piovana all’interno degli scantinati. La zona presa in considerazione è quella di via Freschi, nello specifico la lottizzazione ‘Borgo Nuovo’, e la denuncia arriva da un abitante del quartiere e proprietario di un immobile al civico 5, Stefano Zannier.

Quale la situazione attuale?

Sulla strada di accesso comune all’intera lottizzazione, si osserva che gli alberi presenti sull'area verde di proprietà del Comune di Udine, hanno grosse radici affioranti, visibili ad occhio nudo, che si prolungano lungo la strada  per diversi metri. Le radici scorrono a livello più profondo ed hanno creato interruzioni alla continuità dello strato impermeabilizzante, causando la penetrazione di significative quantità d’acqua piovana a livello di piano interrato, con sfogo nei sottostanti garage.

Cosa ha fatto per tutelarsi?

Ho correttamente segnalato tali fatti agli Uffici Comunali, che hanno a sua volta comunicato di aver interessato la Compagnia di assicurazione per la responsabilità civile e l’Ufficio verde pubblico. Non ottenendo tuttavia nei mesi successivi risposte concrete ed in ragione del rischio di aggravamento del danno (per le proprietà condominiali e per la pubblica incolumità), a mie spese ho deciso di attivare un procedimento di mediazione di fronte all’Organismo Conciliare FVG di Udine. In questo modo, pensavo di poter avere un sereno confronto con il Comune sulle modalità in cui la situazione si sarebbe potuta risolvere, coinvolgendo contestualmente i due Condomini coinvolti e proprietari del manto stradale danneggiato dalle radici. Auspicavo semplicemente che il Comune spiegasse se intendeva o meno intervenire e con quali modalità.

E poi?

Con mia estrema sorpresa, alla data fissata per l’incontro, in presenza del rappresentante del sottoscritto, nonché delle amministrazioni condominiali interessate, la compagnia di assicurazione del Comune non è intervenuta, ma quel che considero ancor più grave è che lo stesso Comune, senza far pervenire alcuna motivazione scritta, ha omesso di partecipare e, quindi, quantomeno, di ascoltare le mie ragioni e quelle degli altri due enti condominiali coinvolti. Mi chiedo come mai - ed è una domanda che rivolgo anche all’Amministrazione - un Comune che dispone di ampie risorse umane rifiuta un confronto con un proprio cittadino che non manifesta alcuna animosità, quasi inducendolo a intraprendere una via giudiziale lunga e costosa. 

?

C’è ancora margine per un confronto secondo lei?

Si, e chiedo al Comune un ripensamento in ordine alla mia richiesta, nell’ottica di un principio di leale collaborazione tra l’ente pubblico e i propri cittadini, che dovrebbe sempre guidare l’operare dell’amministrazione Pubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento