Danneggiamento aggravato a Pontebba: denunciato un nipote del Duce

Il 49enne Davide Fabbri, residente a Cervia e con un passato nei reality show, si auto denunciò per le scritte inneggianti al suo avo sulla vecchia canonica di San Leopoldo di Pontebba

Davide Fabbri, in una foto tratta dal suo profilo Facebook

«Questa frase l’ho scritta io». Così, sui sui account Twitter e Facebook, lo scorso mese di novembre Davide Fabbri - 49enne romagnolo residente a Cervia e pronipote di Mussolini per parte di madre - si auto accusava della scritta  “Per un mondo più pulito torna in vita zio Benito!”. Lo slogan comparve sul muro della canonica della parrocchia di San Leopoldo, a Pontebba, e successivamente venne cancellato dal personale del Comune. Ora i carabinieri della Stazione di Pontebba lo hanno denunciato per il reato di danneggiamento aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

  • Lorenzo, una vita spezzata a soli 22 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

Torna su
UdineToday è in caricamento