Nuovi poveri a Udine: la Croce Rossa lancia l'appello per l'acquisto di generi alimentari

Dal 16 marzo ad oggi la Cri ha aiutato quasi 5mila persone in tutta la provincia di Udine, molti i nuovi poveri a causa dell'emergenza

"Abbiamo registrato un aumento esponenziale di richieste d'aiuto che quotidianamente ci arrivano da tutta la provincia di Udine". Questa la situazione nel territorio descritta dalla Croce Rossa Italiana, che vede nella città di Udine "un fenomeno accentuato, in quanto ci sono più cittadini che nel resto della provincia". Ma quello che fa preoccupare maggiormente, è che le richieste di generi alimentari arrivano da "persone nuove, che prima non conoscevamo, persone che chiedono aiuto per la prima volta".

La situazione

In provincia di Udine, dal 16 marzo ad oggi, il comitato territoriale della Cri ha evaso 700 ordini di farmaci, 150 spese a domicilio (a carico del cittadino con servizio gratuito) e 1.200 borse con viveri e beni di prima necessità a famiglie in difficoltà economica, per un totale di quasi 5mila persone aiutate.

Nuovi poveri

L'aumento delle richieste di generi alimentari, come fa sapere il comitato, "è arrivato 'tardi', in quando l'emergenza è scoppiata 50 giorni fa, ma ci sono molte persone che chiedono aiuto adesso", forse nella speranza che il lavoro riprendesse. Ora, invece, molti cittadini "si trovano il frigo vuoto, senza saper cosa dare da mangiare ai bambini". Visto il periodo di emergenza, anche le raccolte alimentari promosse dalla Cri sono ferme, "ma finalmente si sta muovendo qualcosa in questo senso". Anche a Udine, quindi, come nel resto dell'Italia, l'emergenza Covid-19 ha creato nuovi poveri a causa della perdita del lavoro. Ma di chi si tratta? "Piccoli commercianti, tantissimi artigiani, persone che lavoravano a chiamata o con contratti simili, che non prevedono alcun tipo di aiuto o contributo economico, ma anche badanti, impossibilitate a lavorare".

Scorte finite

"Di fatto, a causa di questo grosso aumento di richieste, abbiamo finito tutte le riserve dei nostri magazzini". Per questo, la Croce Rossa chiede aiuto alla popolazione per un contributo economico a sostegno delle persone meno fortunate del territorio.

croce rossa locandina-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come aiutare?

Per poter aiutare la Croce Rossa si può fare una donazione al conto corrente dedicato, oppure concordare altre modalità di donazione contattando la centrale operativa Cri al numero 0432 531531. "I fondi saranno reinvestiti in provincia. Si può procedere anche con donazioni fisiche (denaro o alimenti)". Molte le persone o le aziende che stanno aiutando, donando, per esempio, le giacenze di magazzino o card per fare la spesa, "purtroppo, però, sono più le persone che chiedono aiuto rispetto a quelle che donano. Speriamo di riprendere presto le raccolte alimentari, ma l'urgenza è adesso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, una 28 enne finisce in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Udinese-Parma 3:2 | Le pagelle: Pereyra il migliore, Nicolas fuori fase

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento