menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Movio in ospedale, circondato dall'affetto di amici e colleghi

Movio in ospedale, circondato dall'affetto di amici e colleghi

Movio dimesso dall'ospedale, passerà il Natale a casa

L'agente friulano sta bene dopo l'intervento chirurgico. Nel frattempo non si placano le polemiche dopo la decisione del ministro dell'Interno di rivelare l'identità dello stesso poliziotto friulano e del collega Scatà

È stato dimesso dall'ospedale San Gerardo Monza l'agente di Polizia Cristian Movio, il 36 enne friulano di Bellazoia di Povoletto (originario di Bottenicco di Moimacco) rimasto ferito nel conflitto a fuoco con il terrorista di Berlino Anis Amri, nella notte tra giovedì e venerdì fuori dalla stazione di Sesto San Giovanni. 

RITORNO A CASA. Protetto dalle telecamere e accompagnato dai colleghi fuori dall'ospedale, il poliziotto farà ora ritorno a casa per le feste e per la convalescenza, in attesa di poter tornare in servizio. «È contento di star bene e pimpante», aveva dichiarato il direttore generale dell'ospedale Matteo Stocco, un paio d'ore prima della dimissione.

LE POLEMICHE. Sui social è impazzata, e prosegue ancora, la polemica per la decisione di rivelare i nomi di Movio e Scatà - il collega che ha freddato Amri - che come noto è stata una decisione del ministro dell’Interno Marco Minniti. A tutela della loro immagine è stato successivamente deciso di oscurarne i profili Facebook, forieri di altrettante controversie a causa di alcuni post, in particolare da parte di Scatà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento