rotate-mobile
Cronaca Centro / Largo Ospedale Vecchio

Creditore ritira l'istanza di fallimento e salva il destino di 80 famiglie

La voce dell'imprenditore: «I soldi servono anche alla mia azienda, ma non me la sono sentita di lasciarli tutti a casa. Spero che la proprietà meriti questo sforzo»

Ritira l’istanza di fallimento, salvando così - per il momento - il destino di 80 dipendenti e delle loro famiglie. Protagonista della vicenda è il gemonese Dario Durisotti, titolare della Durisotti srl, con sede nella cittadina pedemontana. La società di Durtisotti vanta un credito consistente nei confronti della ditta Fabbro Vanni di Codroipo, realtà che si occupa di impianti tecnologici. Quasi 8 mesi fa, prima che la Fabbro Vanni presentasse istanza di concordato preventivo, fu costretto a chiederne il fallimento. Giovedì, prima dell'udienza, riflettendo sul destino del personale dell'azienda debitrice ha avuto un ripensamento e ha ritirato l'istanza di fallimento, dando così una possibilità al concordato per salvare l'occupazione. 

«Se non avessi ritirato la richiesta di fallimento - ha dichiarato Durisotti all’Ansa -, il concordato, che dovrebbe essere omologato il 3 settembre, non sarebbe stato possibile. Ho pensato ai lavoratori e alle loro famiglie. I soldi servono anche alla mia azienda, ma non me la sono sentita di lasciarli tutti a casa. Spero che la proprietà meriti questo sforzo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Creditore ritira l'istanza di fallimento e salva il destino di 80 famiglie

UdineToday è in caricamento