Il parroco paragona le cosce delle giovani parrocchiane a quelle dei maiali

Polemiche a Resia per un volantino firmato da don Alberto Zanier, vicario parrocchiale del paese, che scrive di "mancanza di rispetto"

La chiesa di Santa Maria Assunta a Prato di Resia

«Mancanza di rispetto verso il corpo della donna, verso gli altri e verso il sacerdote». Insomma, verso un po’ tutti. È quanto sostiene don Alberto Zanier, 30enne vicario parrocchiale a Resia, riguardo alle sue parrocchiane, accusandole di esibire le loro cosce in chiesa e paese — «che fanno la loro comparsa al di sotto di mini troppo mini» —come si esibiscono i prosciutti DOP a San Daniele. Per esprimere la sua teoria Zanier ha scelto il foglio parrocchiale, chiedendosi dove sia la dignità femminile e parlando di mancanza di rispetto della morale cattolica anche in campo sessuale. 

Il volantino firmato dal sacerdote

resia-5

Potrebbe interessarti

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Ristoranti vegani: dove andare in città?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

Torna su
UdineToday è in caricamento