Corrente abusiva al luna park? Assolta per non aver commesso il fatto

Celebrato - con rito abbreviato - il processo nei confronti di un'esercente di pubblico spettacolo di San Michele al Tagliamento accusata, assieme ad altre sei persone, di truffa in concorso, sostituzione di persona, e falsificazione di firma

“Assolta per non aver commesso il fatto”. Si è conclusa con la formula di rito, pronunciata dal giudice Lauteri, la vicenda giudiziaria di una 51enne di San Michele al Tagliamento, alla sbarra - assieme ad altre 5 persone - per truffa in concorso, sostituzione di persona, e falsificazione di firma. Le ipotesi si riferivano a un episodio risalente al 2014, quando gli imputati vennero accusati di consumare energia elettrica a sbafo, con un contratto intestato a un ignaro codroipese, nel luna park di primavera in piazza Primo Maggio.

Per la donna, e per un’altra persona del gruppo (che ha ottenuto lo stesso esito), la vicenda si è chiusa anticipatamente con il rito abbreviato, mentre per gli altri quattro imputati il giudizio è pendente. Soddisfatta dell’esito della vicenda - per quello che riguarda la sua assistita - l’avvocato Francesca Tutino: «La soddisfazione è sia a titolo personale che per la mia assistita. Rinnovo fiducia e apprezzamento nei confronti della polizia giudiziaria che ha svolto le indagini e sono contenta perché sono riuscita a far emergere la verità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • Casa completamente a fuoco in zona Udine Nord

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

Torna su
UdineToday è in caricamento