Cronaca

Il direttore dell'Azienda sanitaria Braganti a Palazzo D'Aronco

Fontanini: "Il sistema ha saputo dimostrare la sua solidità garantendo sempre, e continuando a garantire oggi, ai cittadini tutte le rispose sanitarie necessarie"

Massimo Braganti, direttore generale dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, è stato ricevuto oggi a Palazzo D’Aronco dal sindaco Pietro Fontanini alla presenza dell’assessore alla Sanità del Comune di Udine Giovanni Barillari. Durante l’incontro si è parlato non solo della tenuta del sistema ospedaliero di fronte alla pressione determinata dalla situazione ancora in corso ma anche del modo in cui la politica e la sanità devono risultare alleate nella lotta al virus. 

Purtroppo - ha commentato il sindaco - la situazione che stiamo vivendo ha posto sia gli Stati che i sistemi sanitari, anche quelli più efficienti, sotto una pressione fortissima, inedita e imprevedibile. Voglio però sottolineare che il nostro sistema ha saputo dimostrare la sua solidità garantendo sempre, e continuando a garantire oggi, ai cittadini tutte le rispose sanitarie necessarie. Grazie all’impegno di tutto il personale sanitario e della Direzione nessuno è stato lasciato da solo. È necessario tuttavia, soprattutto in questa fase che potrebbe rivelarsi decisiva, che le persone capiscano che devono continuare a rispettare le regole dell’utilizzo della mascherina e del distanziamento sociale. Questo deve avvenire anche e soprattutto in famiglia, che rischia paradossalmente di diventare un luogo pericoloso perché spesso i positivi non rispettano la quarantena e in questo modo contagiano i propri cari”. 

L’assessore Giovanni Barillari ha sottolineato “l’importanza della prevenzione e del mantenimento dei comportamenti prescritti dall’Istituto Superiore della Sanità, evitando assolutamente luoghi affollati, indossando le mascherine e rispettando le distanze anche nei pubblici esercizi”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il direttore dell'Azienda sanitaria Braganti a Palazzo D'Aronco

UdineToday è in caricamento